LA DURA LEGGE DEI TRIALS AMERICANI: TYSON GAY E' FUORI!

Gay_by_ProiettiNon poteva esserci vittima più illustre per la spietata legge dei Trials americani, iniziati giovedì a Eugene, che da sempre qualifica i primi 3 di ogni gara alle grandi manifestazioni internazionali ed esclude senza appello gli altri. E non ci sarà eccezione alla regola neppure per l'uomo più veloce degli Stati Uniti. Tyson Gay, infatti, non si è presentato alla partenza della semifinale dei 100m a causa d'aggravarsi di un infortunio all'anca, già emerso in batteria.

La batteria nr 5 che qui potrete rivedere unitamente a tutte le altre gare dei campionati USATF:

http://www.usatf.org/events/2011/USAOutdoorTFChampionships/video.asp

Svanisce l'atteso confronto con Usain Bolt ai Mondiali coreani di fine agosto, dove saranno invece presenti Walter Dix (9.94), Justin Gatlin (9.95) e Mike Rodgers (9.99): questo l'esito della finale dei 100m, vento +1.3. In contemporanea a Kingston, la Giamaica sceglieva gli uomini che affiancheranno Bolt, campione in carica, nei 100m di Daegu: gara incertissima, con 4 atleti che si tuffano sul traguardo nello spazio di un fazzoletto. Asafa Powell (10.08), Yohan Blake (10.09) e Steve Mullings (10.10) lasciano fuori Nesta Carter (10.12); non traggano in inganno i tempi, gara marcatamente sfavorita dal vento (-1.8). Questo il video della gara:

 

La sensazione di assoluta superiorità dei giamaicani è piuttosto evidente, anche se Justin Gatlin, rientrato alle gare a fine 2010 dopo aver scontato 4 anni di squalifica per doping e che ora si allena in Florida col gruppo di Brooks Johnson, appare in crescita gara dopo gara. Anche in prospettiva staffetta veloce, l'eventuale recupero di un Tyson Gay in salute potrebbe non bastare.

Ben diverse le cose in campo femminile, dove il confronto fra le due superpotenze appare quantomai equilibrato. A Eugene, gara favorita da vento oltre il limite (+2.7) che Carmelita Jeter fa sua in 10.74, precedendo Marshevet Myers (10.83) e una rediviva Miki Barber (10.96); con vento nella norma le prime due si erano espresse su livelli importanti anche in batteria (rispettivamente 10.88 e 10.87). La risposta delle giamaicane è stata di adeguato tenore: Veronica Campbell-Brown 10.84 e Kerron Stewart 10.97 con vento +0.3, mentre la novità Jura Levy (11.10) guadagna il terzo pass a scapito di Sherone Simpson (10.15). Video:

 

Un altro grande che rischia di vedere i Mondiali in tv è Bryan Clay, campione olimpico a Pechino 2008. Nel decathlon dominato dal beniamino di casa Ashton Eaton (8729 il suo punteggio, nuova m.p.m. dell'anno e PB migliorato di 272 p.) il trentunenne delle Hawaii è parso in difficoltà fin dalla prima giornata (4.196 punti a -408 dal leader), e nei 110H è caduto, forse nel tentativo di tenere il ritmo dello scatenato Eaton. Il primatista mondiale dell'heptathlon è stato superlativo nelle corse (10.33 sui 100m, terzo tempo di sempre sulla distanza per un decatleta, 46.35 sui 400m, 13.52 sui 110H e 4:24.10 nei 1500), bravo nei salti (7.80 lungo, 2.05 alto e 5.05 asta), ed in miglioramento nei lanci (14.14 peso, 41.58 disco e 56.19 giavellotto); sarà lui il grande avversario del connazionale Trey Hardee, campione mondiale in carica che qui si è limitato a partecipare in alcune prove per garantirsi la presenza in Corea. Considerato che John Arlan (2° con 8011) e Miller Moss (3° con 7878) non hanno conseguito il minimo “A” (8200) Bryan Clay e Jake Arnold potrebbero essere ripescati.

Nelle gare di mezzofondo da segnalare la doppia qualificazione per Galen Rupp, primo nei 10.000m (28:38.17 davanti a Tegenkamp e Bauhs) e terzo nei 5.000m, gara vinta da Bernard Lagat (13:23.06) allo sprint su Chris Solinsky. Rupp, che peraltro si allena in Oregon col gruppo di Alberto Salazar da alcuni anni, soffre di allergia da polline ed è stato costretto a correre con una mascherina protettiva nera. Problema non nuovo per chi è allergico al polline e deve gareggiare a Eugene, ricordiamo per esempio il grande Jim Ryun nei Trials del 1972.

Buone cose sono arrivate anche in capo femminile dove si sono imposte le primatiste nazionali Molly Hoddle (5000m in 15.10.01) e Shalane Flanagan (10.000m in 30:59.97). Quest'ultima, in particolare, già terza ai Mondiali di Cross, appare in grande condizione e potrebbe tornare sul podio dopo il bronzo dei GO 2008.

Nel salto triplo brillano le giovani stelle di Florida Univ., Christian Taylor (17.49w) e Will Claye (17.09w) e si rivede pure Walter Davis (17.02), campione mondiale a Helsinki 2005, tornato a buoni livello dopo anni di malanni vari. Nell'alto femminile, fallisce il frettoloso rientro alle gare di Chaunté Lowe dopo la seconda maternità: la primatista americana (2.05) chiude al 9° posto con un risultato (1.78) che si commenta da solo. Si impone con un ottimo 1.95 Brigetta Barrett, ventenne studente di Arizona, che aveva nel 2010 un PB di 1.91.

Buone cose arrivano dai lanci, in specialità che da diversi anni non danno soddisfazione agli americani. Nel martello, nuovo progresso per Kibwe Johnson, trentenne di colore, che porta il suo PB a 80.31 e si colloca al secondo posto nella graduatoria mondiale del 2011, dietro al russo Zagornyi e davanti al nostro Vizzoni. Bella anche la prova delle donne nel lancio del peso, con Jill Camarena-Williams, già in bella evidenza quest'anno a partire dalle indoor, a 19.85 ma superata di un solo centimetro da Michelle Carter; sono misure che valgono il 2° e 3° posto nella lista americana all-time. Importante il miglioramento della Carter (aveva 19.13 dal 2009), figlia di di quel Mike Carter, argento a Los Angeles 1984 e tuttora primatista delle High School, che ora è pure il suo allenatore.

Nei turni eliminatori delle altre gare, da segnalare il 44.79 di Tony McQuay nella prima semifinale dei 400m (solo 3° Wariner con 45.28) ed il 13.08 di David Oliver nella sua batteria dei 110H a precedere un ritrovato Jason Richardson (13.15).

Chiudiamo con i 100m jr maschili vinti in 10.05 dal 17enne Marvin Bracy con vento appena oltre il limite (+2.2).

Qui i risultati completi dei Trials USA:

http://www.flashresults.com/2011_Meets/outdoor/06-23-USAChamps/Day2.htm

Questi invece i campionati di Giamaica:

http://results.trackandfieldja.com/natchat2011/


foto di Simone Proietti per Atleticanet.it