Twitter Image
► Registrati ◄
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

Menisco e corsa
(1 Online) (1) Ospite

ARGOMENTO: Menisco e corsa

Menisco e corsa 24/02/2010 17:53 #67505

  • saetta54
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 471
  • Karma: 8
Ieri ho effettuato una risonanza ed un rx ad entrambe le ginocchia. Dopo la maratona di domenica a Siracusa (caratterizzata da un improvviso e violento dolore al ginocchio destro, che ha molto conduzionato la mia gara)ho cont ad avere molto dolore al ginocchio anche alla semplice deambulazione, senza apparente gonfiore. La RM ha evidenziato la presenza di modesto versamento sinoviale ed una lesione del menisco mediale, definito "slaminamento", non una vera e propria rottura, anche se la radiologa (che dara' il referto domani) si riprometteva di studiare con piu' calma le immagini. E' cmq sicuram una lesione meniscale, che, a suo giudizio (e' una che se ne intende), necessita intervento in artroscopia. Spettera' all'ortopedico (col quale ho appuntam domani pomer) valutare se asportare del tutto od in parte il menisco, o se effettuare solo un lavoro di "pulizia" e livellatura delle superfici del menisco. Cmq sia, mi pare chiaro che l'intervento artroscopico sia difficilm evitabile, il che comportera' un fermo ai miei allenamenti (gia',ovviam,avvenuto).A parte il mio disagio psicologico x non potere piu' correre, a parte il dispiacere di vedere saltare i miei programmi (ad es, ero inscritta alla maratona di Milano dell'11 aprile, con biglietti aerei ed albergo gia' pagati..), ho diversi quesiti da porre, se qualcuno puo' darmi delle risposte gliene sono molto grata.
Chi ha subito asportaz del/dei menischi riferisce una settimana circa, dopo l'intervento, di stampelle, e poi un mese di fisioterapia, con ripresa di corsa blanda dopo circa 50 gg. dall'intervento. Vi sembrano tempi corretti? Anticipati? Posticipati? Sto parlando solo di menisco, e non anche di crociati o altro.
Chi ha ripreso a correre sostiene di non notare particolari differenze fra prima e dopo. Tuttavia sono persone con un carico di allenam inferiore decisam al mio e che fanno al max mezze, mai maratone. Cambiera' x me qualcosa, in termini di kmtraggio settimanale e numero di maratone ogni anno?
Ho gia' prenotato e pagato il pacchetto completo x la maratona di Praga, che si terra' il 9 maggio. Considerando che mi mettero' carponi a chiedere all'ortopedico di operarmi subito, nella concreta eventualita' di subire l'intervento entro il 15 marzo al max, e' possibile sperare di poter correre (senza alcuna ambizione di tempi) la maratona di Praga? Infine, c'e' una reale differenza fra ripulitura dei menischi ed asportaz di mezzo o di tutto il menisco in termini di ripresa postintervento e di performance futura nella corsa?
Grazie!!

Re:Menisco e corsa 24/02/2010 21:45 #67508

Ho alcuni amici che corrono senza grossi problemi col menisco lesionato
se puoi evita l'intervento

Re:Menisco e corsa 25/02/2010 00:32 #67512

  • Nani
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 404
  • Karma: 1
Saetta, Saetta cosa ci combini! Dai tuoi post precedenti questa è la cronaca di un disastro annunciato. Non avevo voluto parlarti prima, ma adesso è ora. Mi sembra pure che tu sia un medico, o sbaglio? Il tuo comportamento mi sembra una tipica sindrome ossessiva compulsiva, tutte le mattine a correre, anche il giorno dopo una maratona. Se hai dei problemi personali, puoi fare un anno così, ma non è certo il modo per farsi del bene. Infatti ti sei fatta male. Che vita familiare e sociale hai, se tutte le mattine fai due ore di corsa? Hai bisogno di due ore di endorfine per cominciare la giornata? Poi rimani tranquilla tutto il giorno? Non hai figli da portare a scuola, vecchi genitori da curare o semplicemente un fidanzato con cui programmare la giornata? Hai detto tu che vai molto meglio in bicicletta, ma chiaramente non ti produci le stesse endorfine. Fare sempre lo stesso allenamento potrà darti sicurezza, ma se non introduci stimoli diversi non migliorerai mai.
E poi, se senti un dolore, devi fermarti. Devi capire la causa e rimuoverla. Non correrci sopra. Ma perché non prendi un martello e ti picchi direttamente? Faresti prima. Adesso che hai fatto il danno, devi guarirlo. Prendi nel verso giusto le mie parole, ho già fatto errori analoghi. Non mi sembri neanche giovanissima, per cui i tempi di ripresa sono più lunghi. Scordati le corse a piedi per un po’. Primo, intervento o no, vediamo cosa ti dice l’ortopedico, fai subito ginnastica e corsa in acqua, per le prime due settimane. Poi aggiungi un mese di bicicletta all’aperto e/o spinning in palestra. Poi, quando non avrai più alcun dolore, cominci con corsa lenta, mai più di un’ora. Allenamenti variati, anche un po’ di forza e velocità, magari stimolare un po’ anche il testosterone potrebbe essere gradevole. Al primo dolore ferma.
Bisognerebbe vedere come corri, per capire la causa del problema al ginocchio. Non è difficile farsi riprendere 15 secondi di corsa e pubblicarli su Youtube, così vediamo se possiamo aiutarti. Credimi, si riprende benissimo da questi problemi, se si vuole eliminarli. Ma calma e impegno, programmazione e controllo.
You're as good as your next competition

Re:Menisco e corsa 25/02/2010 22:50 #67520

  • ALEX JBRANKY
  • Offline
  • Cat. Allievi/e
  • * IL RUNNER RIBELLE *
  • Messaggi: 154
  • Karma: 2
Parole sante
Dare qualcosa meno del proprio massimo significa sacrificare il proprio dono...

Re:Menisco e corsa 26/02/2010 17:32 #67529

  • saetta54
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 471
  • Karma: 8
Martedi mattina dovro' operarmi in artroscopia, Il verdetto finale della risonanza e' quello di frattura del menisco mediale del ginocchio destro,non sembrano esserci problemi ai crociati od a altro..La consulenza ortopedica, a mio giudizio equilibrata ed esperta,non ha consigliato assolutam e subito l'intervento.A detta dell'ortopedico,un mare di gente ha menischi anche fortemente lesionati, ma magari corrono senza dolore od alcun problema.Li' operare e' inutile,si opera solo il menisco lesionato che crea problemi, sia nella quotidianieta' che nella corsa.La mia risonanza, nonche' la accurata visita a cui sono stata sottoposta, sembra dimostrare che tutta la mia recente problematica e' legata a questa lesione meniscale.Io non riesco ancora neanche a camminare bene, ho continuam dolore, non parliamo poi di salire o scendere le scale..Sono stata lasciata libera di scegliere:aspettare, fare dei programmi di recupero come quello consigliato da Nani, opp operare e basta xche', data l'eta' non piu' verde nonche' lo stato degenerativo di questo menisco, cmq non si va molto lontano senza intervento..E' peraltro probabile che il menisco sia conservato.L'intervento portera' alla risoluzione dei sintomi nella misura in cui il dolore dipende da questa lesione meniscale. Ossia, se operando ci si accorge che la cartilagine articolare e' ridotta o minima, o che ci sono problematiche aggiuntive, tutto questo dolore potrebbe non dipendere dalla lesione meniscale (che magari c'e' da tempo, asintomatica) ma da altre situazioni. Nel caso di problematiche della cartilagine articolare, l'intervento non risolve proprio niente. Cmq, x la modalita' di comparsa del dolore, nonche' x la visita clinica. dovrebbe tutto essere riconducibile alla lesione meniscale. Speriamo.Io non so se ho fatto la scelta giusta, ma mi e' sembr di intuire che l'ortopedico non crede molto ad un recupero totale senza intervento. Inoltre, l'ortopedico ha fatto capire che anche passare al ciclismo non risolve granche',in quanto con salite od aumentti di carico,opp con strade dissestate,il menisco ne risente pesantemente.L'intervento avviene con anestesia tronculare femorale e leggera sedazione generale, quindi senza anestesia generale. Avviene in Day Surgery, quindi si esce la sera stessa, non si prevedono stampelle. Circa il dopo, come lavoro e tempi di recupero, tutto e' rapportato e conseguente al quadro articolare che l'intervento evidenziera'.Cmq, in linea di max, si prevedono non meno di due mesi (di opportuno lavoro) prima di riprendere una corsa molto lenta. Stranam, l'ortopedico non addebbita necessariam al mio carico di allenam il sicuro motivo di lesione meniscale,in quanto c'e' gente che non fa sport che a 40 anni si rompe il menisco solo xche' si inginocchia male. e c'e' gente a 60 anni che fa cose dell'altro mondo e non si lesiona.Io cmq credo che la mia modalita' di allenam abbia creato, od amplificato, od accelerato la comparsa della lesione.Ciao a tutti.

Re:Menisco e corsa 27/02/2010 01:00 #67531

  • Nani
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 404
  • Karma: 1
In bocca al lupo, Saetta! Si recupera benissimo. Ricordati che prima ricominci a muoverti, con attenzione, meglio è. Anche se non sono un fanatico, potresti usare un elettrostimolatore in questi giorni prima dell'operazione per mantenere il tono muscolare, e anche immediatamente dopo. Tienici aggiornati.
You're as good as your next competition

Re:Menisco e corsa 27/02/2010 14:03 #67536

  • saetta54
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 471
  • Karma: 8
Devo dire che superato l'autentico shock della notizia della lesione meniscale e della correlata operazione che mi aspetta, oggi mi sento piu' serena..Sono abbast rassegnata al "fermo" post-intervento, anche se mi consola che potro', anzi dovro', muovermi quanto prima. In realta' non mi sono mai fermata, nel senso che da quando non corro ossia da 6 gg., ho fatto due ore di cyclette al di, con velocita' medio-lenta. Cio' non mi causa nessun dolore o fastidio al ginocchio, a differenza anche del semplice camminare, che mi crea molto dolore, anzi ho la sensazione che, dopo, x un po' di ore il ginocchio fa meno male..La cosa che mi spiace di piu' e' non poter correre la Milano City Marathon dell'11 aprile, ci tenevo molto,pazienza, spero di correrla il prox anno..Cmq in questo momento non so davv cosa intendo fare "dopo", ossia se riprend con la corsa o passare (anzi, tornare...) al ciclismo. Mi pare un'ottima idea quella di Nani (che ringrazio) del video del mio tipo di corsa, x evidenz problemi di appoggio o di postura.penso che app potro' lo faro'.Ci aggiorniamo, ciao a tutti!!

Re:Menisco e corsa 04/03/2010 18:13 #67603

  • saetta54
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 471
  • Karma: 8
Martedi mattina sono stata operata. piu' pesante di quello che pensavo il tutto..ho preteso l'anestesia spinale, ho fatto bene, xche' dai 20 min d'intervento previsti siamo passati a 50 min..che sarebbero stati tutti di narcoanalgesia, ossia una vera anestesia generale tranne la curarizzazione del muscoli ( e la ventilazione con intubazione), quindi, in questo caso, con ventilazione tramite maschera e palloncino..preferita alla spinale x interventi brevi, in associazione, x il menisco, alla anestesia femorale loco-regionale..Mi sarei quindi beccata quasi un'ora di anestetico generale..Ho inv fatto una spinale meravigliosa, no dolore, no cefalea, no niente, sveglia e presente x tutto l'intervento. dopo tre ore l'avevo gia' smaltita del tutto. Mi hanno detto:ma che fa, te la sentivi?Hai avuto ragione a chiedere la spinale, x quanto e' durato.. Sul monitor ho quindi seguito tutto in diretta.Diciamo che e' un vero e proprio sfascio..Il problema meniscale, e' una cavolata, il menisco era lesionato ma non rotto, e' stato ridotto e "limato". Il problema vero e' una seria lesione della cartilagine articolare, da un grado che va da zero a quattro io ho un bel tre pieno..del resto l'ho visto anche io..L'operatore, molto bravo, ha solo potuto, come si dice in gergo, "compattarla". in pratica, ho pochissima cartilagine articolare, cio' e' stato addebbitato al destino, alla corsa, all'eta', al ginocchio un po' varo, ma che importa trovare un "colpevole"?? Anche la rotula non sta alla grande, ma non ha problemi seri..Poiche' tutta l'equipe sapeva che corro ecc ecc, erano avviliti, devo dire piu' loro che io..In pratica, se il problema fosse stato solo la lesione del menisco, con l'intervento avrei risolto tutto. Con queste news, invece, e' possibile tutto ed il contrario di tutto, ma dalle loro faccie non credo che prevalesse l'ottimismo.., anche xche'sanno che a me non interessa la corsetta di 5- 6 km tre volte alla settimana..Il recupero e' abbastanza lungo: circa 20 gg senza fare assolutam carico sul ginocchio, quindi stampelle assolutam. Ginnastica isometrica subito x entrambe le gambe x i quadricipidi femorali, ghiaccio, antinfiammatori, elettrostimolaz sempre dei quadricipidi femorali, rivalutazione fra ed ogni 7 gg..Mi hanno imposto 30 gg. di assenza x malattia dal lavoro, in questo momento dove lavoro c'e' una situazione delicata, non ci voleva proprio, i miei colleghi sono rimasti senza parole, ma c'e' stata molta comprensione lo stesso..siamo tutti ormai come fratelli e sorelle..Io non ho capito bene se potro' fare ciclismo su strada, sono vaghi nelle risposte, veram, in atto, e' l'unica cosa che mi interessa.

Re:Menisco e corsa 07/03/2010 19:11 #67620

  • saetta54
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 471
  • Karma: 8
Domani pomeriggio ho il primo controllo presso l'ortopedico che mi ha operato martedi' scorso. Sto seguendo diligentemente quanto da lui severamente prescritto: stampelle sempre, caricando esclusivamente sulla gamba non operata; 20 ' x 3 al di' di ginnastica isometrica con la gamba operata. nonche' 30' x 3 al' di ghiaccio. Antinfiammatori, calcieparina, antibiotico (ora smesso). non ho sentito il bisogno di antidolorifici. Devo dire che dopo 48 ore dall'intervento il ginocchio era gia' quasi sgonfio, ne' accuso dolori o problemi. Riesco a flettere completamente la gamba (cosa impossibile prima dell'intervento). Tutto cio' mi ha reso leggermente piu' ottimista rispetto ai gg. psicologicamente nerissimi che ho passato. Spero sopratutto di sentirmi dire che finira' presto il periodo delle stampelle, in modo da riconquistare la mia autonomia, e che magari mi sara' concessa la cyclette, cosi' mi muovo un po', ho gia' messo due kg...Qui' e' una domenica piovosissima. Oggi c'e' stata la prima delle 6 prove del gran prix regionale di maratonine. Come ogni anno si inizia con Agrigento, sicuramente la maratonina piu' dura, xche' sono tre giri intracittadini di 7 km con salite veram toste..Pioveva a dirotto anche li, i miei amici runners mi hanno telefonato appena hanno finito, era il primo anno che io mancavo..Mi sto accorgendo che nel mondo della corsa della mia citta' sono molto conosciuta e stimata. Ho ricevuto telefonate di solidarieta' da gente che conosco appena, ed il sostegno morale e' stato veram grande. Per gli amici runners piu' cari e' stato pesante, xche' da almeno tre anni non mancavamo di fare assieme tutte le prove del gran prix di maratonine e/o tutte le maratone siciliane, condividendo sconfitte e vittorie, giorni si' e giorni no. Ho fatto i conti: sicuram non potro' fare le altre due prove del gran prix di maratonine (Terrasini e Capo d'Orlando), xche' sono a maggio ed a giugno. Salta ovviam la maratona di Milano dell'11 Aprile, salta anche la Maratona di Messina del 25 Aprile. Circa la maratona di Praga del 9 maggio mi pare altam improbabile che io possa partecipare. Non ho assolutam intenzione di rovinare tutto iniziando a correre troppo presto. Prendero' tutti i tempi necessari, faro' tutta la riabilitazione necessaria. bastera?? Lo vedremo solo vivendo..

Re:Menisco e corsa 08/03/2010 22:06 #67635

  • saetta54
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 471
  • Karma: 8
La visita e' andata bene. Ha trovato il ginocchio senza versamento, non dolente, mobile. Da domani mi sara' permesso di fare carico, quindi posso poggiare la gamba..anche se, consiglia, con gradualita' e prudenza. Ma se sono agli arresti domiciliari, che "stravizi" posso fare??? Ha ampliato invece il tipo di esercizi isometrici x il quadricipide femorale, da fare, ovviam, supina, quindi senza carico..Sono esercizi pesanti, che fanno "lavorare" veram il quadricipide.Devo farli per 20 ' tre volte al di'. Fra 7 gg. li devo fare con una carico di i kg applicato alla gamba. Da subito ha aggiunto (sempre per 10-15 min tre volte al di') degli esercizi di allungamento dei muscoli e dei legamenti posteriori, devo "stirare" molto la gamba e poi flettermi, a gamba tesissima, toccare le dita del piede, sempre seduta sul tappetino. Quando oggi ho provato mi ha fatto un male cane..Al solito, borsa di ghiaccio tre volte al giorno per 20 min. Antinfiammatori e calcieparina ancora per 10 gg. Vuole rivedermi fra due settimane. Due settimane cosi'..Ho chiesto della cyclette: assolutam no, se ne parla fra 15 gg. Invece, incredibilm (addirittura temo di avere capito male) mi ha detto che se il tono dei quadricipidi e' buono e non ho disturbi, e' possibile che dopo la prima settimana di aprile io possa, molto poco ma con regolarita',reiniziare a correre..Dunque, non: Aprile dolce dormire ma...Aprile dolce correre!!!!

Re:Menisco e corsa 09/03/2010 00:36 #67637

  • Nani
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 404
  • Karma: 1
Bene Saetta, calma e pazienza. La cosa più importante da recuperare è la flessione: mi sembra che ti riesca bene. Confermi? Invece non devi assolutamente esagerare con l'estensione. Già è un difetto tipico delle donne andare in iperestensione, cioè quando stanno in piedi a gambe tese addirittura la gamba diventa leggermente concava al ginoccho. Capisci cosa intendo? Questo provoca sicuramente lesione alle cartilagini. Se poi il menisco manca, come a me, diventa ancora peggio. Non devi andare oltre la verticale, i muscoli devono fermare il movimento.
Non mi parli di ginnastica e corsa in acqua. Penso che sia la cosa migliore, non c'è il peso del corpo, la densità dell'acqua obbliga a movimenti lenti, e puoi faticare quanto vuoi senza farti male. Provare per credere.
Per quanto riguarda fare una maratona prima dei prossimi otto mesi, dimmi quale fai, che vengo giù alla partenza con un martello e te lo dò direttamente sulla testa, così forse cominci a capire.
E' essenziale fare un esame di chiniesologia posturale da ferma, ancora prima di vederti correre, per cominciare a capire come sei messa. Dovresti farti una foto frontale e una laterale, con vestiti aderenti (non posso dire meglio senza, se no qui mi prendono per guardone...), almeno così si comincia a valutare.
You're as good as your next competition

Re:Menisco e corsa 09/03/2010 14:07 #67643

  • saetta54
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 471
  • Karma: 8
Dunque: si' esatto, la flessione del ginocchio (anche se non arrivo a farla al max) e' la cosa che mi riesce meglio (prima dell' intervento non facevo neanche questo, troppo dolore..). Si', e' verissimo questo fatto (non ci avevo mai fatto caso, ma e' proprio cosi') che estendendo al max le gambe, in posizione eretta, il ginocchio diventa un po' concavo, succede anche a me..Ma gli esercizi di allungamento suggeriti dal mio ortopedico devono essere fatti da seduta a terra, tronco eretto, gamba allungata, cavo popliteo ben aderente al tappetino, da li' toccare la punta delle dita dei piedi senza minimamente staccare il cavo popliteo dal terreno.. e stare cosi' 10 secondi (da ripetere x per 20' tre volte al giorno). Qundi c' e' il pavimento che blocca il retroginocchio, non so se cosi' va bene o si corre lo stesso il rischio di stressare la cartilagine. Devo cmq dire che x me, attualmente, risulta un esercizio abbastanza doloroso..Aggiungo, non so se x lo specifico c'entra qualcosa, che io ho le gambe storte, ossia le ginocchia un po' vare..Tale cosa, secondo il mio ortopedico, ha avuto un ruolo significativo in quello che mi e' successo. Anche io mi sono chiesta come mai non avesse parlato minimam del nuoto, ho intenzione di porgli questa domanda telefonicamente. E' chiaro che, poiche' in acqua non c'e' nessun carico, il ginocchio puo' allenarsi liberamente. Odio cordialmente tutto cio' che riguarda nuoto e cose in acqua in genere, ma x poter tornare a correre faccio tutto..E' che il collega ortopedico ieri aveva improvvisam una gran fretta. Quando hanno a che fare con colleghi, fanno (quasi) tutti cosi':non fanno pagare la visita per solidarieta' di categoria. ecc., poi pero' sono colti da una fretta incredibile durante la visita, tanto che uno pensa : ma visto che poi cmq devo fare il "regalone" a natale ed a pasqua, che magari mi costa anche di piu' , non era meglio direttam pagare ed avere il giusto tempo??...Ancora: otto mesi x la prox maratona...otto mesi..!! Significa novembre..Fine ottobre qui c'e' Palermo, la mia preferita.. Sconticino..?? Mi attrezzero' x inviare queste foto, so gia' di avere un problema posturale e quando cammino, ho un po' i piedi a papera. Grazie di tutto.

Re:Menisco e corsa 09/03/2010 23:55 #67652

  • Nani
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 404
  • Karma: 1
Dove senti dolore? Ai bicipiti femorali? Ma non devi sentire dolore, devi rilassarti e permettere alla muscolatura di allungarsi dolcemente. Cmq sono abbastanza contrario all'allungamento da fermo. Fai due prove, con la gamba non operata. Prima, metti un cuscino sotto il piede, in modo da alzare da terra il cavo popliteo e vedi quanto la gamba va in iperestensione, e dovi senti dolore. Seconda, senza cuscino e sempre sulla gamba sana, prova a fare l'esercizio con affondo progressivo, e ripetuto, non brusco ma neanche lento. Io per simulare il passaggio dell'ostacolo, lo faccio a frequenza di 2 Hz, cioè 2 volte al secondo, busto fermo, gamba che flette leggermente, si alza di qualche centimetro e poi scende, ridistendendosi. Lo so che è un esercizio specialistico, ma non fa male, il muscolo controlla il movimento, sfrutto la risposta elastica dei muscoli, i tendini e i legamenti non sono stressati e imparo a non andare in iperestensione.
Se impari a controllarti potrei scontare il recupero a sei mesi...
You're as good as your next competition

Re:Menisco e corsa 10/03/2010 11:24 #67658

  • saetta54
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 471
  • Karma: 8
Il dolore non e' anteriormente, ma posteriormente, dalla coscia fino a meta' polpaccio. Ho provato gli esercizi-prova nella gamba sana, non ho alcun problema. Che gli esercizi in iperestensione consigliati dall'ortopedico non andassero granche' bene, me ne sono accorta anche io. Oggi mi sono svegliata con uno stiramento allo sciatico sinistro (??) e un dolore fisso, moderato, alla gamba operata, sempre posteriormente, come lo sentivo ieri durante le iperestensioni. Da oggi faccio solo gli esercizi x il trofismo del quadricipide femorale ( che non mi causano problemi ne' durante, ne' dopo) e questo esercizio di allungamento da te consigliato che simula il salto in alto, credo di avere capito come va fatto..Ieri ho telefonato al mister ortopedico, solita fretta bestiale anche al telefono..Ho chiesto del nuoto. La risposta e' stata che lui inserisce nuoto ed esercizi in acqua solo in presenza di un'articolazione "bloccata". Poiche' ha trovato il mio ginocchio ben mobile e sbloccato, non ne vede l'opportunita'. Se poi io volessi farlo x mantenere il peso forma, x il trofismo muscolare generale, x non uscire pazza, ecc. ecc., liberissima di farlo, sempre senza caricare sul ginocchio..Cosa ne pensi?

Re:Menisco e corsa 10/03/2010 14:56 #67662

  • Nani
  • Offline
  • Cat. Senior
  • Messaggi: 404
  • Karma: 1
Ognuno di noi è diverso, per cui non esiste una ricetta perfetta per tutti, e io pure non amo l'acqua delle piscine, ma in questo momento te la consiglio. Una piscina con l'acqua non troppo fredda, dentro fino al busto o alle spalle, simuli l'azione di corsa con eventuale appoggio leggerissimo del piede a terra. Poi tutti gli esercizi classici tipo andature e skip. Poi anche un po' di nuoto per aerobica, cardio, e anche utilizzo di muscoli diversi e in modo diverso, magari dorso e, se riesci, rana con la flessione e distensione del ginocchio.
Se senti dolore, cambia subito esercizio.
Potresti diventare un'ottima triatleta.
You're as good as your next competition
Tempo generazione pagina: 0.59 secondi Versione Italiana by Travelling.it
sideBar
top