PREMIO VITTORIO COLO’ 2017 PER GALDINO ROSSI E ANNA MICHELETTI

Sabato prossimo ad Ancona, nel corso dei Campionati Italiani Indoor Master, si procederà alla consegna del Trofeo Master 2016, che per l’undicesima edizione andrà a Francesco D’AGOSTINO e a Maria Costanza MORONI. Ricordiamo che il Premioviene assegnato attraverso il voto di una giuria composta di atleti e dirigenti Rossi Colòdi questo mondo atletico. La consegna avverrà da parte di Daniele MENARINI, direttore della rivista CORRERE che, assieme al sito ATLETICANET, ha ideato e sostenuto questo riconoscimento di grande prestigio nel mondo dell’atletica master italiana.

Di seguito sarà consegnato anche il
Premio VITTORIO COLO’ 2017, giunto al quarto anno dall’istituzione da parte della FIDAL, su idea del sito Atleticanet, per ricordare una figura straordinaria nella storia del movimento master italiano. Quest’anno il Trofeo verrà consegnato a Galdino ROSSI e ad Anna MICHELETTI, con le motivazione che di seguito pubblichiamo. Nel 2014 il Trofeo è andato a Michelangelo BELLANTONI e a Gabre GABRIC; nel 2015 a Giuseppe SCORZOSO e a Emma MAZZENGA; lo scorso anno era toccato a Giuseppe OTTAVIANI e a Giulia PERUGINI. Con questo riconoscimento s’intende premiare ogni anno una figura maschile e una femminile (non necessariamente atleti) che hanno dato uno speciale contributo alla valorizzazione dell’atletica master italiana. A consegnare il Premio sarà il Consigliere Nazionale Gerardo VAIANI-LISI

Micheletti Colò

La motivazione per Galdino Rossi:
“Dall’inizio degli anni ’90 è tra gli atleti simbolo dell’atletica master lombarda e italiana. Il “folletto milanese” è una tra le figure che in questo mondo raccoglie la maggior stima, considerazione e benevolenza. La sua cordialità e il suo contagioso sorriso non sono da meno delle sue imprese in pista. Nel 1999 è stato capace di stabilire i records italiani M60 del salto in alto e del salto con l’asta in contemporanea, passando prodigiosamente da una pedana all’altra. Nel suo palmares ci sono tantissimi titoli italiani ed anche titoli europei. Inoltre il suo impegno a favore dell’atletica leggera è dimostrato anche con la militanza da dirigente pilastro dell’Atletica Ambrosiana e da giudice di gara. Galdino, per tutto questo, va considerato “modello” ammirevole di atleta master.”
La motivazione per Anna Micheletti:
“Dall’inizio degli anni ’90 è figura di riferimento e promotrice del grande movimento dell’atletica master romana.  Atleta agonista negli anni ’70, non ha mai smesso di occuparsi di atletica. Da funzionario della F.I.D.A.L. s’è dedicata proprio al Settore Master. Successivamente ha fondato la società RomAtletica, divenuta subito una tra le squadre master di vertice nazionale. La militanza di Anna nelle piste come master l’ha resa atleta molto titolata di scudetti italiani, individuali o di staffetta. Soprattutto nessuno come Lei può vantare 11 scudetti femminili nelle Finali Nazionali dei C.D.S. Master su Pista. E altri titoli ancora l’aspettano.”