NUOVI RECORDS MASTER AI C.D.S. REGIONALI

Com’era da pronostico la mandata dei C.D.S. Master Regionali su Pista dello scorso week-end ha prodotto tantissime prestazioni di grande valore tra cui numerosi Barisciano 1337nuovi records italiani master. Cominciamo da quello di Vincenzo BARISCIANO (03/03/1948, Olimpia Amatori Rimini, nella foto) segnato sabato a Misano Adriatico sui 100 metri. Il velocista di Campobasso dopo varie vicissitudini è tornato finalmente su una pista outdoor correndo i 100 metri in 13”37 (vento +1,1) e quindi subentrando nel record SM70 a Roberto PAESANI che nel 2016 ai Campionati Mondiali di Perth conquistò l’argento con 13”49. BARISCIANO è stato fermo nel 2017 per un prolungato problema virale. Poi quest’inverno nell’arrivo concitato della finale agli Euroindoor è caduto fratturandosi la spalla; per altro classificato secondo con lo stesso tempo del primo a seguito di un fotofinish che ha lasciato molti dubbi. Questa sua ultima prestazione lo lancia adesso con più di una speranza verso Mondiali Stadia in Spagna a settembre. 
 

In Piemonte a Borgaretto è sceso ancora una volta in pista il fenomenale
Antonio NACCA (16/12/1923, Amatori Masters Novara) che ha aggiunto un’altra pietra miliare al mezzofondo master mondiale correndo gli 800 metri in 4'55"91 e i 1500 metri in 10'23"26, che gli valgono gli age-records mondiali M95 e i record italiani SM95. Nella stessa sede è arrivata al record del salto triplo SF55 Francesca JURI (24/02/1961, Vittorio Alfieri Asti) planata a 9,53mt. (vento +0,6); in più anche age-records F56-57.

Forse dal C.D.S. del Veneto è arrivata la sorpresa più grossa ad opera dell’ex-olimpionica Barbara LAH (24/03/1972, Atletica Vicentina) che con 11,91 (w+0,8) ha dato grande valore al record italiano SF45. La friulana non gareggiava dal 2013 e nel 2012 ha stabilito il record SF40 con la bella cifra di 13,51 oltre ché una prestazione ventosa di 13,72. Barbara vanta un record personale di 14,38 ottenuto ai Campionati Mondiali del 2003 a Parigi. Adesso la curiosità è se vorrà esplorare maggiormente il mondo master. Sempre a San Biagio di Callalta è tornata a squillare nel salto in alto Lina COSTENARO (09/01/1961, Atl. San Biagio) che ha migliorato il suo stesso record SF55 portandolo da 1,41 a 1,42. Ed  ancora sulla stessa pista è da segnalate il record F70 ad età compiuta nei 3000 metri con 14'37"67 di Liviana PICCOLO (15/06/1948, Atl. Insieme Verona).
 
 
Un discorso particolare va dedicato alla specialità dei 200 ostacoli in cui spicca il nuovo record SM50 del toscano Renzo ROMANO (25/02/1967, Atletica Pistoia) che in un particolare periodo di condizione fisica ha corso in 27"94 (vento +1,8) domenica sulla pista di Grosseto. Per lui ci sono anche gli age-records M49-50-51. In questa speciale tabella ci sono stati gli aggiornamenti per l’M53 di Paolo LOMBARDI (15/06/1965) con 28”20 e per l’M56 di Maurizio CEOLA (22/01/1962) con 30”39.
Altro tema speciale quello delle staffette. L’ATLETICA RIVIERA del BRENTA, dopo il sensazionale record SM45 della staffetta 4x100 con 44”34 lo scorso 26 maggio, questa volta ha messo in campo una formazione SM40 (Andrea Favarin ‘76 - Ivano Nicoletti ‘79 - Stefano Castellini ‘72 - Stefano Bellotto ‘69) correndo nel nuovo record di categoria a 44”27. Veramente molto bravi!
 Con doppio degli anni sono arrivati al record SM80 i baldi giovani dello SPORTCLUB MERAN (Hans Laimer ‘39 - Silvano Giavara ‘42 - Guido Mazzoli ‘38 - Aldo Zorzi ‘32) che il 13 giugno a Merano hanno fermato il cronometro a 1’12”79.
Inoltre record della staffetta 4x400 SF50 con 4’28”99 per l’ASSI GIGLIO ROSSO FIRENZE con la formazione composta da Daniela Aldrovandi (60), Elena Reali (74), Gianna Lanzini (60) e Fabrizia Malatesti (71).
 
 
A Roma al record SF65 del salto in lungo è arrivata Maria Grazia RAFTI (10/12/1951, Libertaletica) con un bel balzo di 3,84 (vento -1,0). La stessa atleta nel triplo ha poi realizzato il record F65 ad età compiuta con 8,50 (vento +0,9).
 
 
Altri records sono venuti da: nel peso SM85 con 10,52 da Carmelo RADO (04/08/1933, Atletica Ambrosiana; ancora nel peso SF75 con 9,16 da Maria Luisa FANCELLO (15/02/19/43. Assi Giglio Rosso) e quello SF80 con 7,31 dalla ritrovata Amalia MICOZZI (07/01/1938. S.E.F. Macerata); nei 400 metri SF50 con 1’02”87 da Barbara MARTINELLI (09/12/1965, U.S. Vittore Olona 1906) finalmente tornata ad alti livelli (anche age-records F50-51-52).
 
 
Restano da segnale varie age-recods a cominciare da quella di maggiore rilievo ottenuta da Alfonso DE FEO (15/069/1964, Liberatletica) che sembra ver superato i recenti problemi fisici piazzando nei 400 metri il portentoso crono di 52”66, che gli vale l’age-records M53. La settimana prima DE FEO ha corso i 200 metri in 23”56 e anche in questo caso age-record M53.
Nei C.D.S del Lazio altri age-records (M71) sono arrivati da Roberto PAESANI (09/08/1946) con 28”41 nei 200mt. e 1’04”75 nei 400mt.
 
 
Ed ancora age-records per: Giusy SANGERMANO (19/06/1946 - F71) con 16”69 nei 100mt. e 34”50 nei 200mt. - Gianna LANZINI (07/11/1960 - F58) con 29”18 nei 200mt. - Carla FORCELLINI (07/11/1959 - F57-58) con 37”20 nei 200 ostacoli e 4,30 nel lungo - Luisella ROSSI (20/01/1956 - F62) con 3,96 nel lungo - Loredana TURRENI (08/01/1959 - F58-59) con 9,00 nel triplo - Giulia PERUGINI (04/11/1936 - F81) con 0,95 nell’alto - Franco MENOTTI (27/02/1961 - F56-57) con 5,69 nel lungo - Waltraud MATTEDI (26/11/1960 - F57) con 34,32 nel disco - Nives FOZZER (14/01/1930 - F88) con 15,42 nel martello.
Speriamo di non aver dimenticato qualcuno.