GIANNI BECATTI CON 6,34 SFIORA IL RECORD MONDIALE M55

Oggi Gianni BECATTI (27/08/1963, Olimpia Amatori Rimini) è Becatti stat2016tornato a gareggiare nel meeting regionale di Livorno, dopo undici mesi di assenza dalle pedane, inaugurando anche il suo nuovo status di atleta master SM55. E siccome al tosco-biellese-romagnolo il talento non manca, Gianni ha subito sparato forte saltando in lungo 6,34 e così sfiorando per un solo centimetro il record mondiale della categoria; che con 6,35 appartiene al finnico Stig BAECKLUND,segnato nel 1995. La sua serie di salti oggi è stata: nullo – 6,12 (+0,6) – 6,18 (+0,9) – 6,34 (+0,4) – 6,28 (-1,1) – 6,26 (-0,8).


BECATTI è rimasto fermo per molti mesi a causa di una tendinite e di una pubalgia; uno stato di sofferenza che l’ha costretto ad un riposo forzato e ad una preparazione ai minimi termini. Però, già dall’anno scorso i suoi obiettivi per quest’annata sono sempre stati il Campionato Mondiale a Malaga e il record del mondo della categoria. Perciò alla luce della gara di oggi questi traguardi sembrano essere ad un passo, perchè domenica 9 settembre il nostro superlunghista tornerà in pedana a Malaga per imporre la sua leadership mondiale nella categoria M55, dopo che negli anni passati ha saldamente tenuto quella della categoria M50, vincendo: 1 titolo mondiale outdoor, 2 titoli mondiali indoor, 2 titoli europei outdoor e 2 titoli europei indoor.

 
 


Ricordiamo che BECATTI nella sua prima carriera agonistica ha raggiunto la misura di 7,84 nel 1988; e s’è affacciato solo nel 2013, a 50 anni, all’atletica master con questa sequenza per annata:

2013 (50): 6,53

2014 (51): 6,59 (record italiano SM50 outdoor)

2015 (52): 6,75i (record mondiale M50 indoor)

2016 (53): 6,57

2017 (54): 6,63i


2018 (55): 6,34.