MONDIALI MALAGA 2018: LE PRIME TRE GIORNATE

Sono scivolate via le prime tre giornate dei 22° Campionati Mondiali Master Stadia di Malaga e nella contabilità italiana delle medaglie ci sono: Morelli mondiale5 ori, 3 argenti e 3 bronzi. Oggi è stata la giornata dove sono state concentrate le finali dei 100 metri di tutte le categorie. A tenere alta la bandiera della blasonata velocità master italiana erano in pochi, con la gran parte dei nostri gioielli rimasti a casa. Così è toccato a Giulio MORELLI (06/03/1963, Olimpia Amatori Rimini) portare almeno un titolo a casa, nella finale della categoria M55 dove ha piegato il favorito Don McGEE per 12”09 a 12”11. Pare che lo statunitense non l’abbia presa bene. Comunque onore al nostro ex-rugbista che un poco alla volta è maturato agonisticamente fino a questi livelli assoluti. Già nell’inverno passato l’aquilano con sangue anche romagnolo era stato capace di vincere il titolo europeo indoor dei 60 metri. Altri finalisti nei 100 metri sono stati M35: Edoardo CALDERARO (M35) 7° in 11”11; Roberto BARONTINI (M50) 7° in 12”13; Roberto PAESANI (M70) 5° in 14”50; Mariuccia QUILLERI (W65) 5° tra in 15”59.
 

Nelle giornate precedenti ci sono state le belle vittorie nella prova di cross km.8 per Rolando DI MARCO (cat. M65) e per Maria LORENZONI (cat. W60); e nella prova di marcia di pista distanza 5.000 metri il primatista mondiale M80 Romolo PELLICCIA in 32’00”74 e per Elena CINCA nelle W45 in 25’39”07. Dalla marcia è arrivato un altro significativo contributo con le medaglie d’argento di Ettorino FORMENTIN (M70) in 27’25”94 e di Valeria PEDETTI (W40) in 25’19”63.
 
 

Per completare la panoramica delle medaglie vanno citate quella d’argento di Maria Luisa FANCELLO nel martello W75 con 32,66 (peccato la vittoria era alla sua portata); quelle di bronzo di Aldo BORGHESI (M75) nel cross, di Cinzia ZUGNONI nel cross W45 e di Inge ZORZI nell’eptathlon W70 con 4.722 punti. Per quest’ultima era cominciata male con una controprestazione negli ostacoli, ma comunque ha saputo recuperare fino al terzo posto finale, stabilendo anche il record SF70 del giavellotto con 19,54.  
 

C’è da segnalare il percorso del “Bionico” nella prima giornata del decathlon categoria M60. Hubert INDRA ha concluso le prime 5 fatiche con un totale parziale di 4.051, ovvero 35 punti più di quanto non abbia fatto ad Arezzo a giugno quando ha stabilito il record mondiale della categoria con 8.202 punti. In particolare oggi il “Bionico” ha salto in alto 1,67 e quindi migliorato il suo stesso record italiano SM60 della specialità.
 

ORO
M15-100mt: Giulio MORELLI
M65-Cross Km.8: Rolando DI MARCO
M80-Marcia 5000mt: Romolo PELLICCIA
W45-Marcia 5000mt: Elena CINCA
W60-Cross Km.8: Maria LORENZONI
 

ARGENTO
M70-Marcia 5000mt: Ettorino FORMENTIN
W40-Marcia 5000mt: Valeria PEDETTI
W75-Martello: M. Luisa FANCELLO
 

BRONZO
M75-Cross Km.6: Aldo BORGHESI
W45-Cross Km.8: Cinzia ZUGNONI
W70-Eptathlon: Ingeborg ZORZI