CADETTI: TRIONFA LA LOMBARDIA, VENETO D’ARGENTO

Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024
Lombardia un gradino sopra tutti, ma ottimo argento per il Veneto. Il sipario sui campionati italiani cadetti di Abano Terme è calato con il trionfo della rappresentativa lombarda, tornata sul gradino più alto del podio dopo il secondo posto di Orvieto 2003, quando fu il Veneto ad imporsi. Per la Lombardia anche un doppio successo parziale: nella classifica maschile e in quella femminile. L’argento in graduatoria generale è andato al Veneto (secondi sia i cadetti che le cadette), il bronzo al Lazio. Per la rappresentativa di casa è la conferma di una grande continuità di rendimento ad alto livello: due vittorie (Isernia 2001 e Orvieto 2003) e due argenti (Formia 2002, oltre ad Abano Terme), nell’arco del quadriennio olimpico, testimoniano la forza del movimento giovanile veneto. Nell’ultima giornata di gare la selezione di casa ha conquistato altri due argenti, con la vicentina Pesavento nell’alto e la staffetta svedese femminile, e due bronzi, con il padovano Dainese nel pentathlon e la svedese maschile. I risultati. CADETTI. Marcia (4 km): 1. Andrea Adragna (Lombardia) 18’23”04, 2. Gianvito Marinelli (Puglia suppl.) 19’01”93, 3. Fabrizio Barcherini (Lazio) 19’05”50, 20. Damiano Parisi (Veneto/Csi Fiamm Vi) 22’39”46. Staff. 200-400-600-800: 1. Lombardia (Panizza, Sirtoli, Zucchini, Mormino) 4’47”47, 2. Piemonte 4’48”39, 3. Veneto (Pelosato, Salvato, Boscaratto, Molfetta) 4’49”73. Giavellotto: 1. Alessandro Sansoni (Emilia Romagna) 60.35, 2. Pierpaolo Bembich (Friuli V.G.) 55.35, 3. Giacomo Puccini (Toscana) 54.61, 4. Riccardo Danuso (Veneto/Cus Pd) 52.93, 5. Riccardo Marcato (Veneto suppl./Assindustria Pd) 51.82. Lungo pentathlon: 1. Alessandro Mineo (Friuli V.G.) 5.83 (-1.5), 2. Gianluca Ottavi (Lazio) 5.60 (-0.6); 3. Nicolò Castro (Liguria) 5.51 (-0.9), 12. Riccardo Dainese (Veneto/Cus Pd) 5.10 (-0.8). 1000 pentathlon: 1. Francesco Palmieri (Marche) 2’48”99, 2. Riccardo Dainese (Veneto/Cus Pd) 2’49”21, 3. Alessio Figus (Sardegna) 2’57”42. Pentathlon (classifica finale): 1. Nicolò Castro (Liguria) 3.562, 2. Francesco Palmieri (Marche) 3.214, 3. Riccardo Dainese (Veneto/Cus Pd) 3.146. CADETTE. Marcia (3 km): 1. Mara Misuraca (Lazio) 15’10”04, 2. Lucia Occhipinti (Sicilia) 15’15”40, 3. Ilenia Siragusa (Sicilia suppl.) 15’25”81, 12. Greta Crivellaro (Veneto/Vis Abano) 16’23”64. Staff. 200-400-600-800: 1. Lombardia (Favero, Romeo, Zilio, Leggerini) 5’26”02, 2. Veneto (Dallo, Mussap, Bison, Poser) 5’26”81, 3. Piemonte 5’39”32. Alto: 1. Serena Capponcelli (Emilia-Romagna) 1.66, 2. Lia Pesavento (Veneto suppl./Montecchio P.) 1.64, 3. Guendalina Milanese (Friuli V.G.) 1.64, 10. Erika Dal Fabbro (Veneto suppl./Veneto Banca Montebelluna) 1.57, 12. Piera Della Libera (Veneto/Lib. Tonon Vittorio Veneto) 1.51. Peso: 1. Aurora Narcisi (Marche) 14.04, 2. Stefania Strumillo (Emilia suppl.) 12.43, 3. Valentina Raspa (Toscana) 11.94, 11. Anita Bottega (Veneto/Silca Ogliano) 9.73. CLASSIFICHE PER REGIONI. CADETTI: 1. Lombardia 292, 2. Veneto 277, 3. Lazio 275, 4. Toscana 263, 5. Friuli V.G. 229, 6. Sicilia 229. CADETTE: 1. Lombardia 341, 2. Veneto 323, 3. Emilia-Romagna 280, 4. Lazio 270, 5. Marche 261.5, 6. Friuli V.G 260. COMPLESSIVA (CADETTI-CADETTE): 1. Lombardia 633, 2. Veneto 600, 3. Lazio 545, 4. Friuli V.G. 511, 5. Toscana 509, 6. Emilia Romagna 503.


fonte: Ufficio Stampa Fidal Veneto