TORINO 2009 – EUROINDOOR – GIORNO 2 – 60 MT DONNE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

60 mt donne

1° Turno

Prima batteria vinta dalla russa Anna Geflikh in 7.30, davanti alla sorprendente svedese Emma Rienas, che si migliora con 7.32. Terza la lituana Grincikaite (7.37).
Scendono poi in pista le tre azzurre. Maria Aurora Salvagno è bravissima nella seconda batteria: riesce a soffiare il terzo posto, buono per la qualificazione diretta, alla 35enne austriaca Muller (capace quest'anno di 7.26). La sarda, allenata da Marco Ciccarella, migliora di ben quattro centesimi il personale, correndo in 7.34. Vince la favorita Polyakova (7.30) sulla giovane bulgara Eftimova (7.31). "Non ci credo, sono troppo felice", esulta la 23enne di Alghero, comprensibilmente emozionata. "Quest'anno sto molto bene, ho risolto i problemi che l'anno scorso mi hanno impedito di essere selezionata per i Giochi Olimpici e anche da quella delusione ho trovato la forza per migliorarmi".
Successivamente tocca ad Anita Pistone, anche lei terza con un bel 7.33 che eguaglia il suo stagionale. Sul traguardo piomba per prima la norvegese Ezinne Okparaebo, campionessa europea juniores sui 100 metri. Il cronometro si ferma su 7.22, primato nazionale, e alle sue spalle si piazza la tedesca Verena Sailer (7.30).
Nell'ultima batteria, a mettersi in luce è l'altra russa Murinovich, 7.31 davanti alla svedese Berntsson (7.32), nota anche per dilettarsi in gare di sollevamento pesi. Terza la romena Morosanu (7.39) che precede di poco la trentina Martina Giovanetti, il cui 7.40 rientra comunque nei tempi di recupero per la semifinale.

 

Semifinali

Nella prima, grande prova della tedesca Verena Sailer, che s'impone in 7.17 sulla norvegese Okparaebo (7.22). Terza una bravissima Anita Pistone, che correndo in 7.32 va in finale, per la quale si qualifica anche la svedese Berntsson. La siciliana è raggiante: "In finale agli Europei in casa, quasi non ci credo… E davanti ai miei genitori, che per la prima volta hanno preso l'aereo per venire a vedermi. Non sono soddisfatta del tempo, spero di far meglio proprio domani. Dopo i Giochi Olimpici ho avuto problemi ai tendini, iniziando tardi la preparazione invernale, a metà novembre, ma ho voluto provarci lo stesso e adesso sono felicissima". Settima Martina Giovanetti (7.41), che si conferma sui tempi corsi di recente.
A far compagnia alla Pistone, nella finale di domani, ci sarà un'altra azzurra (per la prima volta nella storia degli Euroindoor): infatti Maria Aurora Salvagno è quarta (7.38) nella semifinale vinta dalla russa Polyakova in 7.25 davanti alla connazionale Geflikh. Terza la lituana Grincikaite. "Non sono andata forte come stamani", ha detto la sarda. forse c'è qualcosa da rivedere, ma è bellissimo aver ottenuto la qualificazione".

 

TORNA ALLA NEWS PRINCIPALE DEL GIORNO 2

LEGGI I RISULTATI DI QUESTA GARA IN TEMPO REALE SUL SITO EAA

fonte: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *