MUORE BRUMEL, UNA LEGGENDA DELL’ALTO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il Campione Olimpico 1964 di salto in alto Valeriy Brumel è morto oggi a Mosca dopo una lunga malattia all'età di 60 anni. Aveva registrato il record mondiale in sei occasioni tra il 1961 e il 1963, e rappresentato un mito nella sua specialità.

A diciotto anni aveva debuttato alle Olimpiadi di Roma del 1960, con un personale di 2.17m. In gara è stato battuto solo dal connazionale Robert Shavlakadze che aveva raggiunto i 2.16m in un solo tentativo, mentre lui aveva passato quella misura al secondo tentativo.

Nella sua carriera Brumel ha fatto segnare il record del mondo ben sei volte, l'ultima volta nel 1963, con un 2.28m che è durato fino al 1970.

Nel 1962 Brumel ha vinto il titolo europeo (2.21m) e nel 1964 ha vinto le Olimpiadi a Tokio con un record olimpico di 2.18m.

Sfortunatamente la sua carriera è stata interrotta da un incidente in motocicletta accaduto nell'ottobre 1965 nel quale ha riportato gravi danni alle gambe.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *