LA CORRIDA DI S.GEMINIANO A KIPKERING

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Sì e conclusa la 29esima edizione della Corrida di San Geminiano, gara internazionale che quest'anno ha visto un record di presenze d'atleti stranieri, organizzata ogni anno il 31 Gennaio a Modena dalla Fratellanza 1874, il giorno della festa del patrono della città. Pensata e realizzata da Renzo Finelli e Luciano Gigliotti, ha avuto sempre come obiettivo di portare il campione a correre con l'amatore e viceversa, tremilacinquecento atleti si sono sfidati nella gara competitiva su un percorso di 13 km e 250 metri coperti dai primi in appena 38 minuti.

La gara è stata vinta da Philimon Kipkering (Kenia), che nell'ultimo km ha staccato il connazionale Benson Barus di una decina di secondi tenendo il distacco fino alla fine, mentre Barus ha dovuto controllare l'altro keniano Kipngetich Robert Sigei e i due atleti marocchini Haroufi Redouane e Drioche Aziz che lo hanno incalzato fino agli ultimi metri.

Nel settore femminile la vittoria è andata alla giovane atleta ugandese di appena venti anni Inzikuru Docus, che ha bruciato negli ultimi metri Gloria Marconi della Cover che si è vista sfuggire la vittoria con un arrivo quasi al fotofinish, è per la seconda volta consecutiva a Modena l'atleta toscana si deve accontentare della seconda posizione, terza classificata la sua compagna di squadra di nazionalità marocchina Fatna Maraoui.

Anche quest'anno vi è stato il dominio keniano con sette atleti nelle primi dieci posizioni, a cercare di contrastarli i due marocchini sopra citati e l'ugandese Wakou Paul giunto settimo, il primo degli italiani e stato Domenico D'Ambrosio dei carabinieri, giunto undicesimo che è andato a conquistare il premio speciale posto per il primo italiano, secondo italiano Ruggero Pertile dell'Assindustria Sport Padova giunto quindicesimo mentre in trentunesima posizione una leggenda dello sport italiano, Alessandro Lambruschini che ha percorso la gara in 41 minuti.

Alla competizione si sono uniti gli oltre duemila partecipanti alla mini Corrida di tre chilometri che hanno sfilato per le vie del centro insieme agli agonisti sino alla deviazione, il maltempo che era stato pronosticato fortunatamente non è intervenuto alla manifestazione, anzi il sole ha accompagnato gli atleti per tutta la gara.

Non la pensano cosi gli atleti keniani; intervistato, il vincitore della 29esima Corrida Philimon Kipkering ci ha parlato di una gara difficile in primo luogo per il freddo e poi per l'alto valore tecnico degli atleti presenti alla manifestazione dalle sue parole:
“Ho capito che potevo vincere la gara solo nell'ultimo km ero pronto per un finale molto forte e cosi ho fatto, ora sto preparando una maratona non ho ancora deciso quale, questa è la terza volta che vengo a Modena la prima volta ho finito la gara in quinta posizione l'anno scorso sono arrivato terzo”. Benson Barus, secondo classificato: “ho vinto l'anno scorso perché molto ben preparato, quest'anno mi sono sposato e non mi sono preparato molto bene, ho perso la gara per dieci secondi oggi, ma in ogni modo anche se non ero in forma rimane sempre una buona prova, tutti noi keniani quando veniamo qui siamo molto in forma perché ci prepariamo in altura quindi per me oggi era una gara difficile”. Inzikuru Docus: “Vengo dall'Uganda ho vent'anni, questa la prima volta che gareggio a Modena e la seconda in Italia, non mi aspettavo di vincere oggi nell'ultimo km la Marconi mi aveva dato dieci metri e il vento freddo mi dava problemi ma poi quando ho visto il traguardo ho sprintato e c'è lo fatta, penso di tornare il prossimo anno”

Da segnalare che il record del percorso di 13 km e 250 metri (alcune edizioni hanno avuto chilometraggi differenti) e stato battuto da Philimon Kipkering, primo dei modenesi è stato Massimiliano Ingrami allenato da Renzo Finelli mentre prima modenese e sesta classificata Laura Ricci.

fonte: La Fratellanza 1874

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *