GEBRSELASSIE E ALDAMA LE STAR DI KARLSRUHE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il meeting LBBW disputato ieri a Karlsruhe, in Germania ha fatto vedere prestazioni straordinarie, tra le quali lo splendido tempo di 7:28.29 di Haile Gebrselassie nei 3000m e il buon salto triplo di Yamilè Aldama che ha raggiunto i 14.88m. Frank Fredericks ha fatto segnare un record stagionale per la strana distanza di 300m con 32.36m, mentre Wilson Kipketer si è aggiudicato gli 800m con uno sprint finale e con un tempo di 1:44.96. Il diciannovenne Cornelius Chirchir ha vinto i 1500m in 3:34.85.

Dopo la sua magnifica prestazione nelle 2 miglia la settimana scorsa a Birmingham, Haile Gebrselassie sembrava pronto per attaccare il record mondiale rei 3000m che appartiene a Daniel Komen. Ivan Heshko ha portato l'etiope al primo chilometro con un passaggio di 2:28.4 e Laban Rotich ha tirato la seconda parte passando a 4:58.6. Il terzo chilometro doveva essere di 2:26.3 per poter raggiungere il record e Gebrselassie non è riuscito a ottenerlo. Tuttavia il suo tempo finale di 7:28.29 è stato comunque il suo terzo migliore di sempre e il miglior risultato della stagione.

Nel triplo femminile Yamilè Aldama ha dato spettacolo con una prestazione magnifica. Aveva aperto la gara con 14.58m, poi l'italiana Magdelin Martinez l'aveva passata con 14.61m; infine l'Aldama ha vinto con 14.88m. Il salto le è valso il record caraibico e del Centro America, nonchè il nono posto tra le migliori saltatrici di sempre.

Il namibiano Frank Fredericks ha partecipato ai 300m annunciando che potrebbe essere la sua ultima gara indoor. Ha vinto la gara in 32.36, non abbastanza veloce però per battere il 32.19 di Robson da Silva, fatto quattordici anni fa sullo stesso tracciato. Davian Clarke è arrivato secondo dietro Fredericks con 32.97.

Wilson Kipketer si è aggiudicato gli 800m, utilizzando i veloci primi 400m impostati da Robert Chirchir a 50.92. Nonostante il finale sia stato un pò in calo Kipketer ha potuto vincere con 1:44.96, mentre alle sue spalle recuperavano velocemente Hezekiel Sepeng (secondo con 1:45.12) e Joseph Mutua (terzo con 1:45.25). Nella gara femminile la vittoria è andata alla slovena Jolanda Ceplak che ha vinto agilmente la corsa con 1:59.97 che è valso un record stagionale.

Nei 1500m tutti aspettavano un attaco di Medhi Baala al record europeo indoor, date le sue ultime ottime prestazioni negli 800m e nei 1000m. Sfortunatamente una caduta dopo solo 175m ha fatto terminare lì le sue speranze. Il diciannovenne Cornelius Chirchir, alla sua seconda gara indoor nella sua carriera, è rimasto solo in testa alla corsa ed ha potuto vincere con un tempo di 3:34.85.

RISULTATI MASCHILI
300 METRI: 1. Fredericks (NAM) 32.36; 2. Clarke (JAM) 32.97; 3. Chernovol (KZK) 33.71.

800 METRI: 1. Kipketer (DEN) 1:44.96; 2. Sepeng (RSA) 1:45.12 NR; 3. Mutua (KEN) 1:45.25; 4. Som (NED) 1:45.86 NR; 5. Wachira (KEN) 1:47.72; 6. Bogdanov (RUS) 1:48.13.

1500 METRI: 1. C Chirchir (KEN) 3:34.85; 2. Salmouni (MAR) 3:37.32; 3. Baala (FRA) 3:39.63 [Caduto in seguito ad un urto dopo 170m]; 4. Liefers (NED) 3:40.00; 5. Sneberger (CZE) 3:40.80; 6. Bandi (SUI) 3:41.97; 7. S Kiplangat (KEN) 3:47.44. Non hanno finito: Hood (CAN). Passaggi: Kupfer 56.58; Kiptoo (KEN) 1:55.23, 2:53.69.

3000 METRI: 1. Gebrselassie (ETH) 7:28.29; 2. Abate (ETH) 7:40.75; 3. Geneti (ETH) 7:40.83; 4. Goumri (MAR) 7:45.85; 5. Keino (KEN) 7:55.36; 6. Fitschen 7:55.63; 7. Sullivan (CAN) 7:57.69; 8. Abdellah (MAR) 8:01.80; 9. Pencréach (FRA) 8:01.92; 10. Buc (SLO) 8:06.15. Passaggi: Heshko (UKR) 2:28.04; L Rotich (KEN) 4:58.53.

60 OSTACOLI: 1. García (CUB) 7.47; 2. Bownes (RS) 7.65; 3. Niemi (FIN) 7.71; 4. Nsenga (BEL) 7.75; 5. Yo Hernández (CUB) 7.88. Squalificati: Jackson (GBR) per falsa partenza [7.49]

Batteria 1: 1. GarcÍa 7.55; 2. Niemi 7.69; 3. Bownes 7.70; 4. Patterson (CUB) 7.75; 5. Fenner 7.78; 6. Blascheck 7.79. Batteria 2: 1. Yo Hernández 7.57; 2. Jackson 7.62; 3. Nsenga 7.70; 4. Balzer 7.85; 5. Edorh 7.85.

SALTO CON L'ASTA: 1. Börgeling 5.73; 2. Blom 5.73 NR; 3. Yeremenko (UKR) 5.63; 4. Averbukh (ISR) 5.40; 5. Duval (BEL) e Otto 5.40; 7. Spiegelburg 5.40. Senza altezza: Lobinger (Due tentativi 5.63, malato), Stolle (5.40), e Yurchenko (UKR) (due tentativi a 5.20).

SALTO IN LUNGO: 1. Moudrik (MAR) 7.98; 2. Gaisah (GHA) 7.98 =NR; 3. Malyavin (RUS) 7.87; 4. Dachev (BUL) 7.84; 5. Bigdeli 7.84; 6. Winter 7.81; 7. Sosunov (RUS) 7.77; 8. Ru Gataullin (RUS) 7.70; 9. Melíz (CUB) 7.46; 10. Müller 7.20; 11. Pacheco (CUB) 7.04.

SALTO TRIPLO: 1. Edwards (GBR) 17.02; 2. Oprea (ROM) 16.77; 3. Quesada (CUB) 16.42; 4. Letnicov (MOL) 16.36; 5. Pohle 16.09; 6. Moede 15.86. Nessun salto valido: Evora (POR)[infortunato].

RISULTATI FEMMINILI
60 METRI: 1. Fynes (BAH) 7.14; 2. Kislova (RUS) 7.20; 3. J Campbell (JAM) 7.23; 4. E Möller 7.26; 5. Bikar (SLO) 7.31; 6. Paschke 7.33.

Batteria 1: 1. Fynes 7.22; 2. E Möller 7.25; 3. Bikar e J Campbell 7.27; 5. Nku (NGR) 7.27; 6. G Rockmeier 7.39. Batteria 2: 1. Kislova 7.22; 2. Paschke 7.29; 3. Kravchenko (UKR) 7.33; 4. Wagner 7.41; 5. B Rockmeier 7.60; 6. Rücker 7.73.

800 METRI: 1. Ceplak (SLO) 1:59.97; 2. Cummins (CAN) 2:00.66; 3. Gradzki 2:03.19; 4. Langerholc (SLO) 2:03.54; 5. Vriesde (SUR) 2:03.79; 6. Kirilova (BUL) 2:08.79. Passaggi: Visschers (NED) 28.26, 58.60; Ceplak 1:29.88.

1500 METRI: 1. Lishchynska (UKR) 4:10.60; 2. Cioncan (ROM) 4:11.81; 3. Efentaki (GRE) 4:12.91; 4. Papp (HUN) 4:16.25; 5. Mugo (KEN) 4:23.75. Passaggi: Varga (HUN) 1:04.26, 2:13.29; Efentaki (GRE) 3:23.15.

60 OSTACOLI: 1. Golding-Clarke (JAM) 7.95; 2. Hentschke 8.10; 3. Pérez (CUB) 8.16; 4. Sprenger 8.16; 5. Roslavtsova (RUS) 8.18; 6. Trywianska (POL) 8.18.

Batteria 1: 1. Hentschke 8.09; 2. Perez 8.24; 3. Rakotozafy (MAD) 8.26; 4. Meyer 8.29; 5. Shabanova (RUS) 8.70. Batteria 2: 1. Golding-Clarke 8.04; 2. Trywianska 8.10; 3. Sprenger 8.12; 4. Roslavtsova 8.20; 5. Vis (NED) 8.22; 6. Klein 8.65.

SALTO TRIPLO: 1. Aldama (CUB) 14.88 [14.58 – x – 14.88 – x – 14.54 – x]; 2. Martinez (ITA) 14.61 NR [x – 14.61 – 14.40 – 14.30 – p – 14.26]; 3. Mbango (CMR) 14.40; 4. Lebedeva (RUS) 14.24; 5. Govorova (UKR) 13.95; 6. Kilpeläinen (FIN) 13.77.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *