“SOGNO OLIMPICO”, IL PROGETTO DI ASSINDUSTRIA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

(Padova – 06.03.2003) Mancano 526 giorni alle Olimpiadi di Atene ed oltre cinque anni a quelle in programma a Pechino, nel 2008. Due grandi avvenimenti. E Assindustria Sport si sta preparando. “Sogno Olimpico” è un progetto che punta a sostenere, attraverso borse di studio, i migliori talenti della squadra gialloblù nel loro cammino verso risultati di rilievo internazionale.

Un'iniziativa fortemente voluta dal presidente di Assindustria Sport, Francesco Peghin, e direttamente sostenuta dalla sua azienda, la Blowtherm S.p.a., che opera nel settore del riscaldamento ed è leader mondiale nel campo degli impianti di verniciatura per autoveicoli.

“Vogliamo dare un obiettivo d'alto livello agli atleti, mettendoli nelle migliori condizioni perché possano raggiungerlo – ha spiegato Peghin – Abbiamo intenzione di coinvolgere nel progetto un pool di aziende che, sfruttando le facilitazioni previste dalla legge Finanziaria sui contributi delle imprese alle società sportive, si facciano carico di supportare l'attività degli atleti”.

I dodici talenti inseriti all'interno del programma hanno un'età compresa tra i diciassette e i ventotto anni. Tutti hanno vestito almeno una volta la maglia azzurra. Cinque frequentano le scuole superiori, quattro l'università, una è laureata, due lavorano. Così, se c'è chi pensa già ad Atene, c'è anche chi, ancora adolescente, guarda oltre.
Accanto ad una Giovanna Volpato, azzurra gli Europei di Monaco, ci sono infatti ragazzi come Alberto Luccato ed Elena De Lazzari, che nel 2002 hanno fatto la loro prima esperienza internazionale, disputando le Gymnasiadi a Caen, in Francia. E da un impegno oltralpe è attesa la stessa Volpato che il prossimo 6 aprile sarà al via della maratona di Parigi, dove cercherà la qualificazione per i Mondiali estivi. “Perché Parigi? Dopo gli
Europei, avevo bisogno di fare un'altra esperienza all'estero. Ho scelto una gara veloce e qualificata nel Paese che ospiterà la rassegna iridata: l'obiettivo è il primato personale, avvicinando la barriera delle 2 ore e 30'”.

“Sogno Olimpico” intende supportare gli atleti nelle necessità connesse all'attività d'alto livello, dai raduni all'estero alle spese mediche e fisioterapiche. Un esempio in questo senso è rappresentato da Ruggero Pertile, che attualmente si trova negli Stati Uniti (ad Albuquerque, in New
Mexico) per un periodo di allenamento in altura insieme all'ex primatista italiano Giacomo Leone. Il progetto vuole poi offrire un momento di riflessione sul sistema delle sponsorizzazioni sportive. Di fronte alle cifre iperboliche cui l'opinione pubblica è abituata, questo progetto suggerisce una nuova via: quella di aiutare dei giovani promettenti nella speranza che possano giungere, da qui a qualche anno, dove ogni atleta
vorrebbe arrivare, ai Giochi Olimpici.

Insomma, di fronte alla crisi dello sport professionistico, la strada che Assindustria Sport propone è quella dell'impegno diretto nello sport di base, partendo dai ragazzi e dalle ragazze che, gara dopo gara, stanno provando ad emergere. Il “Sogno Olimpico” è appena iniziato.

_________________
Per informazioni:
Ufficio Stampa Assindustria Sport Padova
Tel. 049-8227128 – fax 049-8227164
e-mail info@maratonasant-antonio.com
Andrea Schiavon 338-3018790 – e-mail schiavon.a@libero.it
Mauro Ferraro 338-2103931 – e-mail mau.fer@libero.it

fonte: Assindustria Sport Padova

ALLEGATO: Partecipanti Progetto Sogno Olimpico.zip (29 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *