BEKELE INVINCIBILE A LOSANNA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nel 31° Campionato del Mondo di Corsa Campestre, quest'anno a Losanna, Bekele ha mostrato a tutti la sua stoffa, vincendo la gara di cross corto ieri, e preparandosi per correre il cross lungo oggi. L'etiope Werknesh Kidane ha vinto la gara di cross lungo femminile (8km), mentre l'etiope Tirunesh Dibaba si è aggiudicata la gara junior (6km) sul tracciato del centro nazionale equestre.

La giovane junior è riuscita a battere la keniana Peninah Chepchumba, che aveva avuto un avvio di gara molto promettente: infatti al via Chepchumba aveva impostato un ritmo parecchio sostenuto, aiutata dalla connazionale Jepchumba Koech. Le due keniane hanno cercato di operare una selezione nel gruppo di testa da subito passando al primo chilometro a 3:07; la gara è andata avanti più o meno così fino all'ultimo chilometro, quando il ritmo è aumentato ulteriormente e Dibaba ha potuto dimostrare la forma splendida in cui era.
Piano piano la sfida per la vittoria si è ridotta a un testa a testa tra Chepchumba e Dibaba. La keniana aveva già speso molto per la prima parte della gara, quindi si è trovata un pò più affaticata per il finale: nonostante a 500m dalla fine cercasse di aumentare il ritmo per distaccare Dibaba, Chepchumba non riusciva a scrollarsela di dosso, e dopo 200m le due correvano spalla a spalla. Appena imboccato il rettilineo finale l'etiope ha preso la testa della corsa e con uno sprint finale impressionante è andata a vincere con 20:21. Chepchumba ha concluso in 20:22, mentre Gelete Burka è arrivata terza con un pò di distacco, con il tempo di 20:28.
La prima europea è stata Charlotte Dale, quattordicesima con 21:56, mentre la prima atleta di casa è stata la svizzera Stefanie Murer, ventunesima con 22:38.

Più tardi, sul tracciato di Losanna, è stata la volta di Bekele e del cross corto maschile, a confermare la decaduta supremazia keniana nella corsa campestre. Kenenisa Bekele aveva vinto l'anno scorso sia la gara di cross corto che quella di cross lungo, e quest'anno sembra indirizzato bene verso la stessa doppietta. Bekele aveva corso la gara un pò in ombra, forse seguendo il consiglio dell'allenatore olandese, Joe Hermens, che gli aveva detto di risparmiarsi per la gara di oggi. A 250m dalla fine ha iniziato la volata, passato Kibowen e vinto la gara (4030m) in 11:01. I keniani hanno un pò salvato la faccia confermando il titolo mondiale di squadra, e allungando la loro serie di vittorie a 18 anni.

Infine Werknesh Kidane ha fatto da ciliegina sulla torta per il trionfo etiope di sabato. Ha vinto la gara di cross lungo femminile (8km) davanti a Deena Drossin (USA). L'etiope è partita davanti a tutti, ma non troppo sicura di portare a casa la vittoria, poichè l'anno scorso ad una buona partenza era seguita una vittoria dell'inglese Paula Radcliffe. Invece questa volta Kidane si è dovuta scontrare con Drossin (2:26:53 in maratona), che era decisa a vincere. Le due sono partite fortissime, decimando il gruppo di testa e infine rimanendo sole. La Drossin ha cercato più volte di lasciarsi l'etiope alle spalle nei brevi tratti in salita, ma la sfida si è protratta fino allo sprint finale dove Kidane ha avuto la meglio. L'Etiopia ha così ottenuto anche l'oro per la squadra.

Oggi la gara junior maschile, la gara di cross corto femminile e la gara di cross lungo maschile.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *