VOLPATO, A PARIGI CON UN SOGNO IRIDATO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

(Padova – 2.4.2003) Maratona e ancora maratona. Mentre prosegue il conto alla rovescia per la Maratona S. Antonio, del 27 aprile, un'atleta dell'Assindustria Sport sarà impegnata, nel fine settimana, in un'altra fra le principali gare primaverili.

Giovanna Volpato (nella foto, tratta dalla mostra “Sport Passion”, per gentile concessione di Stefano Sandonnini) cercherà di ritagliarsi uno spazio da protagonista nella 27° Maratona di Parigi, che si corre domenica 6 aprile sulle strade della capitale francese. “Ho scelto Parigi – spiega Giovanna – perché, dopo gli Europei di Monaco, sentivo la necessità di fare un'altra importante esperienza internazionale. In Francia troverò un percorso veloce e una concorrenza qualificata. E Parigi ospiterà i prossimi Mondiali?”.

Per la ventisettenne dell'Assindustria Sport si tratta della quarta 42 chilometri della carriera, dopo l'esordio avvenuto a fine 2001 a Reggio Emilia (2°), la vittoria nell'ultima Maratona S. Antonio, dove ha stabilito il primato personale (2h37'23″), e il 12° posto del campionato continentale. “Ho un duplice obiettivo – continua Giovanna – migliorare il record personale e cercare una prestazione che mi consenta di partecipare alla rassegna iridata”.

Alla maratona di Parigi, la Volpato troverà due pericolose concorrenti per la maglia azzurra, Rosalba Console e Simona Viola. Le ultime verifiche agonistiche le infondono però fiducia. “Alla maratonina di San Giorgio delle Pertiche, il 23 marzo, ho corso in 1h14'15″, senza provare particolare fatica. A Parigi mi sono prefissata un passaggio a metà gara leggermente più lento. Alla fine, se tutto andrà bene, il progresso cronometrico dovrebbe essere ampio: avvicinando le 2h30', compirei un bel salto di qualità”.

C'è un precedente che conforta le ambizioni della Volpato. Un altro azzurro, dopo aver vinto la Maratona S. Antonio, è stato protagonista nella gara francese: Migidio Bourifa ha conquistato, nel 2000, la prima edizione della gara padovana (piazzandosi anche secondo nel 2001) e due anni dopo si è classificato terzo a Parigi, realizzando una delle migliori prestazioni italiane di sempre sulla distanza (2h09'07″).

Oltre che dall'allenatore Mario Del Giudice, la Volpato verrà accompagnata in terra francese da una significativa delegazione della Maratona S. Antonio. Sarà infatti presente anche il technical manager della gara padovana, Giampaolo Urlando. Mentre fra gli oltre 30 mila concorrenti si schiererà pure il presidente della società gialloblù, Francesco Peghin. Anch'egli, come la Volpato, è alla quarta maratona della carriera e ha l'obiettivo di migliorare il record personale, attualmente fissato a 2h39'.

fonte: Ufficio Stampa Assindustria Sport Padova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *