PAULA RADCLIFFE, A LONDRA 2h15’25”!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

L'inglese Paula Radcliffe ieri, a Londra, ha sfruttato al meglio il tracciato veloce e il suo pubblico per completare una gara impressionante e far segnare l'incredibile record mondiale femminile di 2h15'25. Nella gara maschile tutto si è deciso allo sprint finale dove cinque atleti si sono trovati spalla a spalla: alla fine è stato il Campione Mondiale e Olimpico Gezahegne Abera ad avere la meglio.

Radcliffe ha dominato la gara sin dall'inizio, e al traguardo aveva quasi un chilometro di vantaggio sulla seconda, la keniana Catherine Ndereba. E' stata una prova entusiasmante quella dell'inglese, che nelle fasi finali della gara ha corso quasi allo stesso ritmo del gruppo di testa maschile, e che ha migliorato il record mondiale, fatto da lei stessa a Chicago, di quasi due minuti!
Quest'anno Radcliffe ha gareggiato solo due volte, e in entrambe le occasioni ha fatto segnare record mondiali. Ma se il suo 30:21 nella 10km a Porto Rico era un ottima prestazione, non ci sono parole adatte per descrivere l'impresa che l'ha vista protagonista ieri e che l'ha definitivamente inserita tra le star dell'atletica.
Ha percorso la prima metà gara in 68:02, ed ha saputo fare di meglio nella seconda parte della gara dove è riuscita a produrre un incredibile 67:23. E' andata talmente veloce che solo una delle due lepri, Simon Loywapet, che dovevano aiutarla a fare 2:16, è riuscita a tenere il suo passo.

Mentre la gara femminile è stata monopolizzata dalla Radcliffe, quella maschile ha visto una continua battaglia alla testa della corsa, dove tutto si è deciso allo sprint finale: e quando si tratta di sprint, la vittoria non poteva che andare al velocissimo Abera. Tuttavia si è distinto Stefano Baldini, artefice di una gara splendida, il quale all'arrivo ha dovuto cedere il passo solo ad Abera, ottenendo addirittura lo stesso suo tempo di 2:07:56. Joseph Ngolepus si è accontentato della terza posizione con un tempo un secondo più lento, 2:07:57. Questo doveva solo fare il ritmo nelle fasi iniziali della gara, ma ha poi deciso di completarla. Baldini ha guidato verso la fase finale il gruppo di testa formato da Abera, Tergat, Ramadhani ed El Mouaziz. Tuttavia alla penultima curva ha scelto una traiettoria un pò più lunga degli altri, che probabilmente gli è costata la vittoria. All'ultima svolta era un pò arretrato rispetto al gruppo, ma nonostante ciò ha comunque tentato la volata. Purtroppo non ha potuto fare niente per contrastare Abera, che è andato a vincere l'oro. Paul Tergat, benchè sembrasse in forma particolarmente buona, anche questa volta non è riuscito a portare a casa la prima vittoria in una maratona.

RISULTATI MASCHILI

1 Gezahegne Abera (ETH) 2:07:56
2 Stefano Baldini (ITA) 2:07:56
3 Joseph Ngolepus(KEN) 2:07:57
4 Paul Tergat (KEN) 2:07:59
5 Samson Ramadhani (TAN) 2:08:01
6 Abdelakder El Mouaziz (MAR) 2:08:03
7 Lee Bong-ju (KOR) 2:08:10
8 Hendrick Ramaala (RSA) 2:08:58
9 Ian Syster (RSA) 2:09:18
10 Javier Cortes (ESP) 2:10:39

PASSAGGI

10 km – 29:47
20 km – 60:02
metà – 1:03:18
30 km – 1:28:37
40 km – 1:57:12
arrivo- 2:07:56

RISULTATI FEMMINILI

1 Paula Radcliffe (GBR) 2:15:25
2 Catherine Ndereba (KEN) 2:19:55
3 Deena Drossin (USA) 2:21:16
4 Susan Chepkemei (KEN) 2:23:12
5 Ludmila Petrova (RUS) 2:23:14
6 Constantina Dita (ROM) 2:23:43
7 Jelena Prokocuka(LAT) 2:24:01
8 Elfenesh Alemu (ETH) 2:24:56
9 Michaela Botezan (ROM) 2:25:32
10 Derartu Tulu (ETH) 2:26:33

PASSAGGI

10km – 32:01
20km – 1:04:28
metà – 1:08:02
30km – 1:36:36
40km – 2:09:29
arrivo – 2:15:25

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *