TURINMARATHON, CAIMMI E ANDRIANI SUPER

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Record di partecipanti (più di 3000) e grandi emozioni alla tredicesima edizione della Turin Marathon, corsa ieri con partenza e arrivo dal Palavela di Torino. Nella gara maschile doppietta azzurra con Daniele Caimmi e Ottavio Andriani, tra le donne vittoria della norvegese Stine Larsen, al secondo posto Maura Viceconte.

Un successo incredibile, fuori da ogni più florida aspettativa, considerate le sempre più numerose concomitanze ed il calendario di gare fittissimo di appuntamenti. Dal punto di vista tecnico una maratona entusiasmante, con una doppietta italiana in campo maschile e un record sfiorato in campo femminile.

La norvegese Stine Larsen era venuta a Torino con un solo obiettivo, battere il record della corsa: lo ha mancato di 8” (2h 27’12”), ma è stata autrice di una gara bella, entusiasmante e di altissimo contenuto tecnico. Coraggiosa sin dall’inizio (1h 13’10”) a metà gara, ha continuato allo stesso ritmo, addirittura quando la lepre si è fermata al 30° Km ha ancora incrementato il passo. Solo una piccola difficoltà sui saliscendi del Valentino le ha impedito di confezionare il suo capolavoro.

Alle sue spalle con il crono di 2h 29’13”, va salutato con soddisfazione il ritorno a risultati discreti (discreti per lei), della valsusina Maura Viceconte. Ha dimostrato di aver superato le vicissitudini fisiche delle ultime due stagioni: ha corso con attenzione ma senza risparmiarsi, si è inchinata con sportività a una campionessa che oggi era più forte di lei, ma ha sicuramente trovato sicurezza e motivazioni per lavorare per inseguire il suo ultimo grande sogno: Atene 2004. Terzo posto con un significativo miglioramento del primato personale con il tempo di 2h 32’19”per la keniana Margaret Atodonyang.

Daniele Caimmi (nella foto, assieme al gruppo di testa) si conferma un grande maratoneta e cogliendo il primo successo della carriera corona il suo lungo inseguimento al progetto di diventare un maratoneta. Non inganni il tempo finale (2h 10’08”), la sua gara è stata di grande livello tecnico per la facilità con cui si è liberato di un lotto di avversari molto qualificati e per la personalità con la quale ha condotto in solitudine l’ultimo quarto di maratona senza alcuna paura.

Dopo un anno difficile si ritrova un Ottavio Andriani con un risultato che non lo soddisfa dal punto di vista cronometrico (2h11’54”), ma che gli fa vivere un’esperienza che non aveva mai provato prima:la vera crisi del maratoneta. Ha dimostrato una ritrovata condizione agonistica che gli ha consentito, nonostante le grande difficoltà, di conquistare la seconda piazza contro un avversario difficilmente superabile nei finali di gara, nella sfida uomo contro uomo.

Il terzo posto di Moges Taye conferma la sua capacità di essere protagonista anche se con una prestazione al di sotto delle sue possibilità (2h 12’ 54”). Oscar della sfortuna a Fabio Rinaldi: al primo rifornimento (5° Km), ha calpestato una bottiglia che l’ ha costretto a un brutto movimento dal quale è scaturito un risentimento muscolare all’adduttore della gamba destra che ne ha compromesso l’intera gara.

Una grande gara tra top runners italiani lanciati alla caccia delle maglie azzurre per i Mondiali di Parigi e stranieri di grande alto livello, ma soprattutto una vera festa di sport con tante migliaia di uomini e di donne provenienti da tutto il mondo che sono stati accompagnati lungo il tracciato di gara da un pubblico foltissimo e plaudente, a dimostrazione che la città partecipa ogni anno di più alla manifestazione.

Maratonando, la 10 Km con partenza a 3 minuti dalla Turin Marathon ha visto un incremento delle partecipazioni sia nella gara competitiva che in quella non competitiva, complici le splendide condizioni atmosferiche. Straordinario successo per la Topolino Marathon: l’ormai consolidato binomio Turin Marathon e Direzione Didattica Regionale e il valore aggiunto apportato dalla Disney hanno fatto correre più di 3000 bambini tra i 6 e i 12 anni lungo l’ultimo chilometro della maratona, in compagni dell’amato personaggio di Topolino.

Classifiche:

UOMINI
1° CAIMMI DANIELE (ITA) 02:10:08
2° ANDRIANI OTTAVIO (ITA) 02:11:54
3° TAYE MOGES (ETH) 02:12:54
4° JOSPHAT CHEMJOR (KEN) 02:14:28
4° LUKIN SERGEY (RUS) 02:15:03

DONNE
1° LARSEN STINE (NOR) 02:27:12
2° VICECONTE MAURA (ITA) 02:29:13
3° ATODONYANG MARGARET (KEN) 2:32:19

fonte: www.turinmarathon.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *