ODERZO INCORONA PUSTERLA E LA MARCONI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il crossista ha battuto i maratoneti. Annunciata come la passerella dei campioni reduci dalle 42 chilometri d’inizio primavera, l’8° circuito internazionale “Oderzo Città Archeologica” ha incoronato uno specialista della corsa campestre.

Umberto Pusterla è il nuovo re dell’importante kermesse trevigiana che ieri, giovedì 1° maggio, ha coinvolto oltre 500 atleti: giovani, amatori (la gara era valida come terza prova del Grand Prix Strade d’Italia), disabili (c’era anche l’olimpionico Alvise De Vidi e Francesca Porcellato, reduce dalla vittorie nelle maratone di Londra e Padova) e campioni.

Pusterla, 35 anni, comasco, tre volte campione italiano di cross, ha nettamente preceduto i maratoneti Alberico Di Cecco e Giacomo Leone. Quest’ultimo, poco dopo metà gara, aveva dato fuoco alle polveri, provocando una selezione che aveva ridotto a quattro atleti (c’era anche Vincenzo Modica) il gruppo dei battistrada. La svolta della gara è però avvenuta al penultimo chilometro, quando Pusterla ha allungato e i due restanti compagni di fuga (Di Cecco e Leone, che ha espresso l’intenzione di correre la maratona di Praga, del 18 maggio, per riscattare il recente ritiro di Boston) si sono arresi.

Da segnalare anche il quinto posto di Mohammed Chouqrati, giovane marocchino (classe 1981) residente a Ponte di Piave, un piccolo centro a pochi chilometri da Oderzo. Chouqrati, tesserato con il Gs Bechèr San Giacomo e prossimo ad acquisire la cittadinanza italiana, ha lungamente insidiato il quarto posto di Modica, mettendosi alle spalle avversari come Lorenzo Lazzari (6°), Stefano Scaini (8°) e Sergio Chiesa (10°).

Tra le donne, successo della vincitrice della maratona di Roma, la toscana Gloria Marconi, che nell’ultimo chilometro di corsa ha staccato la siciliana Agata Balsamo, seconda come nel 2002. Terza Maura Viceconte, partita con l’ambizione di ripetere il successo dell’anno scorso, ma arresasi poco dopo metà gara al ritmo imposto dalla Marconi e dalla Balsamo.

Le classifiche.

UOMINI. Seniores/ promesse/juniores (9,8 km): 1. Umberto Pusterla (Carabinieri) 28’50”, 2. Alberico Di Cecco (Carabinieri) 28’59”, 3. Giacomo Leone (Fiamme Oro) 29’07”, 4. Vincenzo Modica (Fiamme Oro) 29’25”, 5. Mohammed Chouqrati (Mar/Bechèr S. Giacomo) 29’28”, 6. Lorenzo Lazzari (Fiamme Oro) 29’36”. Amatori (6,5 km): 1. Simone Zanella (Giro della Mura) 20’29”, 2. Giovanni Iommi (Gp Livenza Viaggi Sacile) 20’51”, 3. Alessandro Marin (Gagno Ponzano) 21’00”. Master (6,5 km). MM35: 1. Roberto Bettamin (Villanova Sernaglia) 20’59”, 2. Luca Zanotto (Gagno Ponzano) 21’15”, 3. Fulvio Peruzzo (S. Martino al Tagliamento) 21’18”. MM40: 1. Diego Dam (Villanova Sernaglia) 21’08”, 2. Claudio Peruzza (Dall’Agnese Brugnera) 21’32”, 3. Gustavo Poloni (Valdobbiadene) 21’34”. MM45: 1. Damiano Da Riz (Fiori Barp Arred. Moretti Bl) 21'37”, 2. Vincenzo Andreoli (Villanova Sernaglia) 22'19”, 3. Giorgio Bubacco (Venezia Runners Murano) 22’23”. MM50: 1. Rodolfo Spagnul (Dall’Agnese Brugnera) 21’13”, 2. Gianni Vello (San Martino al Tagliamento) 21’26”, 3. Pio Lot (Dall’Agnese Brugnera) 22’35”. MM55: 1. Giorgio Redolfi (Dall’Agnese Brugnera) 23'38”, 2. Osvaldo Franceschinis (Gagno Ponzano) 23’52”, 3. Salvatore Puglisi (Fiamma Dolomiti Bl) 23’57”. MM60: 1. Aldo Sandrin (Dall’Agnese Brugnera) 25’56”, 2. G. Paolo Zanatta (Pro Loco Trichiana) 27’23”, 3. Bruno Bettamin (Villanova Sernaglia) 27’47”. MM65 ed oltre: 1. Fernando Valente (Alpini Vicenza) 26’04”, 2. Benvenuto Pasqualini (Lib. San Biagio) 26’06”, 3. Giovanni Visentin (Mastella Quinto) 27’11”. Disabili. Cicloni: 1. Mauro Cattai (Basket e non solo). Paraplegici: 1. Giorgio Camorani (Imola). Tetraplegici: 1. Alvise De Vidi (Aspea Pd).

DONNE. Seniores/promesse/juniores (5,4 km): 1. Gloria Marconi (Cover Sportiva) 17’28”, 2. Agata Balsamo (Cus Palermo) 17’39”, 3. Maura Viceconte (Cover Sportiva) 17’51”, 4. Marzena Michalska (Cover Sportiva) 18’02”, 5. Giovanna Volpato (Assindustria Sport Pd) 18’13”, 6. Deborah Toniolo (Cus Bologna) 18’18”, 7. Michela Zanatta (Fondiaria Sai) 18’40”. Amatori (5,4 km): 1. Mariangela Marsura (Villanova Sernaglia) 21’13”, 2. Manuela Moro (Pro Loco Trichiana) 22’15”, 3. Sabrina Roncaglia (Remabox Zanè) 22’42”. Master (5,4 km): 1. Annarita Tisato (Alpini Vicenza) 21’21”, 2. Evelina Gnech (Vescovà Cuprum) 23’12”, 3. Marilisa Dall’Igna (Remabox Zanè) 23’24”. MF40: 1. Giovanna Bressanello (Voltan Mestre) 21’24”, 2. Luisa Mattioz (Dall’Agnese Brugnera) 21’28”, 3. Fioretta Nadali (Aristide Coin) 22’18”. MF45: 1. Maria Urbani (Valdagno) 23’58”, 2. Gianna Fregona (Fiori Barp Arrred. Moretti) 24’21”, 3. Daniela Cera (Remabox Zanè) 24’34”. MF50: 1. Dallila Aissaoui (Vicentina) 23’23”, 2. Luisa Casagrande (Vittorio Veneto) 24’18”, 3. Emanuela Zanin (Venicemarathon Running) 26’22”. MF55 ed oltre: 1. Evelina Brancaleone (Agordina) 25’05”, 2. Emiliana Pol (Mirafiori) 25’57”, 3. Fiorenza Simion (Primiero S. Martino) 30’46”. Cicloni: 1. Rosanna Menazzi (Basket e non solo). Paraplegici: 1. Francesca Porcellato (Insieme New Foods Vr).

fonte: addetto stampa Fidal Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *