A FIAMME GIALLE E SAI FONDIARIA I CDS 2003

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si chiudono anche i Campionati di Società del 2003. Per gli uomini vincono (per la sesta volta in sette anni) le Fiamme Gialle e per le donne le portacolori della Fondiaria Sai che bissano in questa maniera il successo dello scorso anno. Retrocedono tra gli uomini Libertas Catania e Fratellanza Modena, tra le donne le Fiamme Oro ed il Cus Palermo. Queste società disputeranno per l'anno successivo la serie Argento.

Ma è Alessandro Cavallaro il vero mattarore di questa due giorni di Atletica tutta italiana, il bravo velocista siciliano, forte della rinnovata fiducia al suo allenatore Filippo Di Mulo, ha impressionato per la facilità con cui ha corso e vinto i 200mt. Il tempo di 20.48 (record personale euguagliato) e un Deji Aliu dietro di lui danno la consistenza dello stato di grazia in cui versa il nostro più valido velocista azzurro.

Da segnalare anche il record italiano di Magdelin Martinez nel triplo femminile con 14.89 metri. La saltatrice cubana, ma italiana per matrimonio, dopo la kermesse europea a Firenze è finalmente riuscita a ritoccare il limite nazionale e proporsi come una delle migliori specialiste mondiali della stagione. Altri acuti provengono sempre dal settore femminile dove la polacca Anna Rogowska salta 4,35 nell'asta superando la misura ed una pur brava Farfalletti ferma a 4.05. La Coslovich nel giavellotto, dopo l'ottima prestazione in Coppa Europa, si ferma a 56.60 mentre la venticinquenne Ester Balassini dal meeting di Siviglia riporta all'attenzione delle cronache il lancio del martello portando il nuovo record italiano a 70,30mt.

I C.d.S. hanno portato a gareggiare un po' tutta l'Italia dell'Atletica, diverse le sedi e il livello; nella sezione risultati di AtleticaNET è possibile scaricare tutti i risultati suddivisi per serie e raggruppamenti.

fonte: AtleticanNET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *