MEETING DI PADOVA, TRENTIN VOLA A 8,20

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

(Padova 06.07.03) Il mondo in una pedana. Dopo il primato italiano stabilito sabato nel lancio del martello da Ester Balassini (70.43), Padova ha offerto un altro pomeriggio di grande atletica. Lasciato il vecchio stadio Colbachini, scenario dell’ennesimo record, all’Euganeo hanno stupito soprattutto i saltatori in lungo, arrivati in cinque sopra gli 8 metri.

Ivan Pedroso era la stella della gara e non ha tradito le attese, mostrandosi in crescita di condizione. Tra poco più di un mese, ai Mondiali di Parigi, dove cercherà di conquistare il quinto titolo iridato consecutivo, il cubano sarà ancora tra gli atleti da battere. La sua stagione, finora, non era stata esaltante, ma il pomeriggio padovano l’ha riportato nettamente sopra gli 8 metri. Con 8.31, favorito da un vento appena dentro i limiti (1.7 metri al secondo), ha ottenuto la quinta prestazione mondiale stagionale, tornando protagonista assoluto su una pedana che per otto volte lo ha visto gradito ospite, ma in cui negli ultimi due anni era stato sconfitto.

Padova ha esaltato anche il ghanese Ignisious Gaisah, secondo con 8.21, e il sardo Nicola Trentin, terzo con 8.20. Per entrambi gli atleti si tratta del nuovo primato personale e, rispettivamente, dell’ottava e nona prestazione stagionale al mondo. E a dimostrazione di una gara di livello tecnico particolarmente elevato va segnalato che altri due saltatori, entrambi di nazionalità cubana, sono stati capaci, anche se aiutati da un vento oltre la norma, di superare gli 8 metri: Joan Lino Martinez, come Trentin arrivato a 8.20, e Luis Felipe Meliz, atterrato a 8.11.

Da una pedana all’altra. Stacy Dragila (nella foto) si è confermata regina del salto con l’asta, salendo a 4.50. Entrata in gara sulla misura di 4.30, superata al secondo tentativo, la statunitense ha superato i 4.40 alla terza prova e i 4.50 alla prima, fallendo poi i 4.60. Nel peso, lotta all’ultimo centimetro tra gli statunitensi Christian Cantwell e John Godina: si è imposto il primo che all’ultima prova ha superato il più illustre avversario, lanciando a 20.72 (20.71 per Godina). Nei 400, successo in 45”18 dell’atteso statunitense, capofila mondiale stagionale, Tyree Washington. Sconfitta a sorpresa sui 110 hs per il campione olimpico Anier Garcia.

Risultati Meeting internazionale.
UOMINI. 100 (vento –1.6 m/s): 1. Justin Gatlin (USA) 10”32, 2. Asafa Powell (Jam) 10”32, 3. Aaron Armstrong (USA) 10”44, 4. Coby Miller (USA) 10”45, 5. Julien Dunkely (Jam) 10”54, 6. Gregory Saddler (USA) 10“57, 7. Simone Collio 10”60, 8. Francesco Scuderi 10”79. 200 (-3.0 m/s): 1. Kenny Brokenburr (USA) 21”06, 2. Ricardo Williams (Jam) 21”08, 3. Aaron Armstrong (USA) 21”12, 4. Gregory Saddler (USA) 21”34, 5. Julien Dunkely (Jam) 21”38, 6. Charles Allen (Can) 21“53, 7. Stefano Dacastello 21“66, 8. Massimiliano Dentali 21”88. 400: 1. Tyree Washington (USA) 45“18, 2. Jerome Young (USA) 45“37, 3. Davian Clarke (Jam) 45“82, 4. Brandon Simpson (Jam) 45“87, 5. Shane Niemi (Can) 46“12, 6. Paul Gorries (RSA) 46“44, 7. Sanderlei Claro Parrela (Bra) 46”89, 8. Fernando Augustin (Mri) 47”14. 800: 1. Justus Koech (Ken) 1’47”07, 2. Vincent Kemboi (Ken) 1’47”33, 3. Berhanu Alemu (Eth) 1’47”47, 4. Norberto Tellez (Cub) 1’47”86, 5. Christian Obrist 1’47”89, 6. Geiner Lopes (Cub) 1’47”94, 7. Nathan Brannen (Can) 1’48”06, 8. Davide Cadoni 1’48”67. 110 hs (–2.2 m/s): 1. Yunier Hernandez (Cub) 13”46, 2. Anier Garcia (Cub) 13”57, 3. Maurice Wignal (Jam) 13”67, 4. Arend Watkins (USA) 13”76, 5. Andrea Giaconi 13“79, 6. Charles Allen (Can) 13“84, 7. Emiliano Pizzoli 14“13. 400 hs: 1. Dean Griffiths (Jam) 50”01, 2. Alwyn Myburg (RSA) 50”01, 3. Neil Gardner (Jam) 50”16, 4. Gianni Carabelli 50“30, 5. Corrado Agrillo 51“54, 6. Claudio Citterio 52”26, 7. Giorgio Frinolli 52”53, 8. Markus Crepaz 52”90. Lungo: 1. Ivan Pedroso (Cub) 8.31 (+1.7), 2. Ignisious Gaisah (Gha) 8.21 (+1.3), 3. Nicola Trentin 8.20 (+1.8), 4. Joan Lino Martinez (Cub) 8.20 (+3.1), 5. Luis Felipe Meliz (Cub) 8.11 (+2.6), 6. Younes Moudrik (Mar) 7.88 (+2.3), 7. Gabriel Gui (Rom) 7.87 (+4.3), 8. Kader Klouchi (Fra) 7.57 (+2.1). Peso: 1. Christian Cantwell (USA) 20.72, 2. John Godina (USA) 20.71, 3. Michael Reese Hoffa (USA) 20.23, 4. Jamie Beyer (USA) 19.88, 5. Paolo Dal Soglio 19.72, 6. Zsolt Biber (Hun) 19.47, 7. Sergio Mottin 18.61, 8. Marco Dodoni 18.48.

DONNE. 100 (+0,1 m/s): 1. Mercy Nku (Ngr) 11”40, 2. Angela Daigle (USA) 11”51, 3. Daniela Bellanova 11”71, 4. Vincenza Calì 11”72, 5. Leonarda Morana 11”73, 6. Daniela Graglia 11”85, 7. Aida Diop (Sen) 11”87, 8. Amandine Allou Affoue (Civ) 11”88. 400: 1. Olabisi Afolabi (Ngr) 51”53, 2. Monique Hennagan (USA) 51”55, 3. Jearl Miles Clarck (USA) 51”76, 4. Demetria Washington (USA) 52”30, 5. Gaisa Aparecida Coutino (Bra) 52”66, 6. Virna De Angeli 53”57, 7. Sandie Richards (Jam) 53”66, 8. Lara Rocco (Jam) 55”35. 800: 1. Jennifer Toomey (USA) 2’03”92, 2. Hyman Mardrea (Jam) 2’04”98, 3. Tina Paulino (Moz) 2’05”33, 4. Suzy Walsham (Aus) 2’05”95, 5. Claudia Salvarani 2’06“17, 6. Birhane Hirpassa (Eth) 2’06”64, 7. Alexia Oberstolz 2’06”91, 8. Trine Pilskog (Nor) 2’07”46. 100 hs (+1.7 m/s): 1. Yahumara Neira (Cub) 12”96, 2. Rosa Rakotozafy (Mad) 13”15, 3. Toni-Ann D’Oyley (Jam) 13”28, 4. Margaret Macchiut 13”54, 5. Anay Tejeda (Cub) 13”58 , 6. Mirjam Liimask (Est) 13”86, 7. Flavia Arcioni 14”11, 8. Barbara Panno 14”15. Asta: 1. Stacy Dragila (USA) 4.50, 2. Gao Shuying (Chn) 4.30, 3. Jillian Schwartz (USA) 4.20, 4. Anna Giordano Bruno 4.00, 5. Francesca Zanini 3.80, 5. Sarah Semeraro 3.80.

Gare disabili.
UOMINI.
200: 1. Ivan Scantamburlo 27”87, 2. Matteo Scolaro 30”31, 3. Roberto Casarin 30”69. 1500: 1. Enzo Masiello 3’28”55, 2. Marco Recallegari 3’29”40, 3. Roberto Brigo 3’29”58.

Gare giovanili (juniores/promesse).
UOMINI.
200 ( +1.2): 1. Andrea Gaschi (Forti Liberi Monza) 21”74, 2. Andrea Oliviero (Assindustria Sport Pd) 21”78, 3. Gianpietro Pavan (Cus Padova) 21”81.
DONNE. 800: 1. Lara Zulian (Cus Ts) 2’06”49 (senior), 2. Milena Malferrari (Cittadella Modena) 2’06”87 (senior), 3. Antonella Riva (Cus Bologna) 2’07”12.
Peso: 1. Chiara Rosa (Libertas Padova) 16.91, 2. Cristiana Checchi (Atl. 2000) 14.99 (Senior), 3. Stefania De Palma (Fiamme Oro) 14.98 (Senior)

___________________________________
Per informazioni:
Ufficio Stampa XVII meeting “Città di Padova” – VIII Trofeo Banca Antonveneta
Andrea Schiavon 338-3018790 – e-mail schiavon.a@libero.it
Mauro Ferraro 338-2103931 – e-mail mau.fer@libero.it

fonte: Ufficio Stampa XVII meeting “Città di Padova”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *