GOLDEN GALA, ECCO I PROTAGONISTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Manca poco all'appuntamento con il Golden Gala, terza tappa della Golden League IAAF in programma allo Stadio Olimpico di Roma venerdì 11 luglio. Tra i protagonisti annunciati, Gebrselassie e Bekele nei 5000 metri, Maurice Greene nei 100, Fiona May e Haike Drechsler nel lungo donne, Magdelin Martinez e Tatyana Lebedeva nel triplo, Yelesina e Vlasic nell'alto. Ecco l'elenco completo dei partecipanti.

Fra le tante sfide che accederanno il Peroni Golden Gala, in programma all’Olimpico venerdì 11 luglio, spicca quella che vedrà protagonisti nella gara dei 5000 metri Haile Gebrselassie, il campione “che sorride” (smailing champion, così soprannominato per il sorriso costantemente stampato sulle sue labbra) primatista del Mondo dei 5000 metri (12:39.36) e dei 10000 metri (26:22.75), ed il connazionale Kenesisa Bekele, stella nascente del mezzofondo mondiale.

Il giovane etiope (classe 1982) ha raggiunto fino ad oggi risultati straordinari nella corsa campestre, dove ha ottenuto ben quattro titoli iridati negli ultimi due anni, e che quest’anno ha dimostrato qualità eccellenti anche in pista, come dimostra le recenti vittorie sulla distanza ad Oslo, Losanna, dove ha corso gli ultimi 400 metri con un fantastico 52”68. Possibile terzo incomodo il keniano Abrham Chebii, recente vincitore di Parigi davanti allo stesso Gerbrselassie. Outsider l’altro keniano Limo, terzo in Francia.

Alla fine, Tim Montgomery ha deciso per il no. Non sarà a Roma, venerdì sera. Il primatista del Mondo dei 100 metri resterà a casa, a Raleigh, negli Stati Uniti, vicino a Marion Jones, la sua compagna – nonché la sprinter più forte del pianeta – che lo ha reso padre pochi giorni fa. Marion ha lasciato la clinica solo da qualche ora, e Tim non se la sente di allontanarsi da lei per tornare in Europa, dove ha gareggiato (peraltro senza brillare particolarmente) fino alla scorsa settimana.

“Mi dispiace non poter rispettare l'impegno che avevo preso con Roma – ha detto Montgomery al telefono – ma l'evoluzione della gravidanza di Marion (il piccolo Tim Jr. è nato con circa un mese di anticipo, ndr) mi ha costretto a rivedere tutti i piani. Nel 2004, però, prima dei Giochi olimpici, saremo tutti e tre a Roma, per Il Golden Gala. Sarà il primo viaggio in Europa per mio figlio, e voglio che sia speciale”.

“Malgrado avessimo chiuso da tempo un accordo con Montgomery – ha commentato Luigi D'Onofrio, il Direttore del Peroni Golden Gala – non abbiamo assolutamente voluto forzare la situazione. La sua è una scelta che va rispettata”.

Nessun dramma, in fondo, considerato il parco dei partenti dei 100 metri di venerdì sera: sulla pista dello Stadio Olimpico, al via, per fare solo qualche nome, ci saranno gli statunitensi Maurice Greene, Justin Gatlin e Bernard Williams, l'australiano Patrick Johnson, il trinidegno Ato Boldon, i nigeriani Deji Aliu e Uchena Emedolu, i britannici Jason Gardener e Dwain Chambers. Non mancherà lo spettacolo.

In campo femminile ci sarà da esaltarsi nelle gare dei salti con in pedana praticamente tutte le migliori nelle varie specialità. Il pubblico romano potrà esaltarsi con la gara del salto in lungo nella quale le due eterne rivali, la campionessa olimpica Drechsler dovrà vedersela con la ritrovata Fiona May. A completare il quadro la russa Kotova e l’emergente brasiliana Maggi. Le due non più giovanissime atlete rinnoveranno la sfida che probabilmente si ripeterà ai prossimi mondiali di Parigi.

Nel triplo L’azzurra Magdelin Martinez, solo sesta a Parigi la settimana scorsa, troverà di fronte la Russa Tatyana Lebedeva, che con 15.12 ha stabilito proprio in terra di Francia il primato mondiale stagionale, strappandolo ad un'altra certa protagonista della serata, la cubana Yamile Adama, che si era fermata a 15.11nel meeting di Oslo.

Ad altissimo livello anche la gara dell’alto con la campionessa olimpica, la russa Yelesina, cercherà il riscatto dopo la brutta prestazione di Parigi (solo nona). Sue rivali la campionessa del mondo, al sudafricana Cloete, e la croata Blanca Vlasic, che il 7 luglio ha Zagabria ha superato per la prima volta i 2,00 mt., la quale ha vinto l’ultima prova della Golden League. In gara anche l’azzurra Antonella Bevilacqua.

fonte: www.goldengala.it

ALLEGATO: goldengala2003.zip (8 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *