PARIGI, E’ IL TURNO DI MAGDELIN MARTINEZ

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Quarta giornata dei Campionati Mondiali di Parigi: le attenzioni degli italiani sono tutte rivolte a Magdelin Martinez, impegnata stasera (con Barbara Lah) nella finale del salto triplo dove, sfortuna permettendo, potrà lottare per le medaglie. In gara anche Casarsa nel decathlon, Balassini e Claretti nel martello e Gibilisco nell'asta.

Dopo il grande sesto posto della Bacher nell'eptathlon, è il suo turno. Paolo Casarsa è l'unico azzurro in gara nelle prove multiple maschili: “Spero di chiudere oltre gli 8.000 punti, sono cresciuto nella velocità quest'anno, io che sono soprattutto un lanciatore, quindi un decathleta anomalo. L'altro obiettivo che ho, è di fare finalmente cinque metri nell'asta: sono anni che sono fermo a 4,80, è arrivata l'ora…”

Per ora, l'azzurro non è riuscito ad esprimersi al meglio, correndo i 100 metri in 11″46 (11″06 di personale) e saltando 6,69 metri in lungo. Dopo il getto del peso (buona la sua prova a 14,57 metri), sarà il turno questo pomeriggio di salto in alto e 400 metri.

Niente da fare per Clarissa Claretti nelle qualificazioni del martello: l'azzurra ha lanciato a 62,19 metri per il dodicesimo posto nel suo gruppo, pagando l'orario difficile della gara e la condizione di forma non ottimale. Non fa meglio Ester Balassini nel gruppo B, un lancio deludente a 64,77 metri che le vale solo il decimo posto nel suo gruppo.

Questo pomeriggio, gli altri azzurri impegnati: a partire dalle 18:45 ci sarà Giuseppe Gibilisco, neo-primatista italiano (5,82 metri al Golden Gala), nelle qualificazioni dell'asta. Dalle 19:30, Magdelin Martinez e Barbara Lah saranno in gara nella finale del triplo femminile: occhi puntati sulla Martinez, che nelle qualificazioni ha saltato un impressionante 14,73 mt regalando 25 centimetri sulla tavoletta di stacco.

fonte: AtleticaNET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *