ANDREA LONGO IN FINALE NEGLI 800 METRI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Continua il rientro trionfale di Andrea Longo dopo i due anni di squalifica. Con una condotta di gara un po' rischiosa ed una volata finale che in lui non si era mai vista il padovano vince la sua semifinale (1'46″26) e conquista l'accesso alla finale di domenica. Subito fuori Antonella Bevilacqua nell'alto (1,85), eliminato Andrea Giaconi nei 110hs (13″84). Grande emozione per la premiazione di Giuseppe Gibilisco, campione mondiale del salto con l'asta a Parigi.

“Non so cosa dire, questo stadio è magico, e mi regala delle emozioni e delle sensazioni incredibili. Gli ultimi 100 metri sono stati bellissimi, ho trovato lo spazio per lo spunto che mi ha permesso di battere Sepeng e raggiungere la finale. Borzakovskiy è fortissimo, probabilmente il favorito numero uno per la finale. Io sono contento di essere nel gruppo degli otto, non voglio aggiungere altro”.

E' questo il commento di Andrea Longo dopo la bella vittoria in semifinale, che lascia spazio a “speranze inaspettate” per una condizione di forma stupefacente, ed uno ritrovata capacità di una grande volata finale, qualità che gli era mancata persino nei periodi migliori. Il mezzofondista azzurro sarà impegnato nella finale degli 800 metri (domenica alle ore 17:30) assieme ad avversari difficili come Yuriy Borzakovskiy, Wilson Kipketer e Hezekiél Sepeng.

Dura poco il Mondiale per Antonella Bevilacqua, subito eliminata in una qualificazione di salto in alto bagnata dalla pioggia. La sempre sorridente azzurra non è andata oltre il metro e 85 centimetri (nono posto nel suo gruppo), assolutamente non sufficienti per raggiungere la finale, dove invece vedremo una grande sfida tra le favorite Kajsa Bergqvist, Hestrie Cloete e Blanka Vlasic. Fuori dalla finale anche Andrea Giaconi nei 110 ostacoli, settimo nella sua semifinale (13″84) anche a causa delle condizioni fisiche non ottimali dell'azzurro.

Un'emozione da rivivere quella che Giuseppe Gibilisco ha regalato a se' stesso e a tutti i tifosi italiani con la sua vittoria nel salto con l'asta (e nuovo primato italiano a 5 metri e 90). La premiazione, sotto la pioggia, effettuata dal presidente della FIDAL Gianni Gola, la medaglia d'oro appesa al collo, e qualche lacrima che scende dagli occhi quando parte l'inno italiano, per la prima volta a Parigi, che entra dritto nel cuore a ricordare che gli anni di allenamento, sacrifici, critiche e fatica sono serviti veramente a qualcosa.

Gli altri azzurri impegnati nel pomeriggio di domani, penultima giornata di gare a Parigi. Si parte alle 14:20 con la maratona maschile, e la squadra azzurra composta da Alberico Di Cecco, Migidio Bourifa, Stefano Baldini, Ruggiero Pertile e Daniele Caimmi. Alle 16:40 finale del giavellotto femminile con Claudia Coslovich, alle 17:34 il primo turno della 4×100 maschile (Andrea Colombo, Francesco Scuderi, Massimiliano Donati e Alessandro Cavallaro), alle 18:05 la finale del salto in lungo femminile con Fiona May. Per finire, alle 18:18 la 4×400 femminile con le azzurre Virna De Angeli, Danielle Perpoli, Patrizia Spuri e Maria Teresa Schutzmann.

fonte: AtleticaNET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *