PARIGI: KELLI WHITE POSITIVA ALL’ANTIDOPING

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

La velocista americana, neo-campionessa mondiale di 100 e 200 metri, è stata trovata positiva ad uno stimolante (Modafinil) al primo controllo antidoping effettuato qualche giorno fa dopo la prima medaglia d'oro. Sul suo caso indagano gli organi competenti della IAAF, e la White rischia, oltre alla squalifica, il ritiro delle medaglie vinte a Parigi.

Ieri l'atleta ha diramato un comunicato affermando di aver assunto il farmaco Provigil (che contiene la sostanza incriminata e facilmente acquistabile negli Stati Uniti) sotto regolare prescrizione medica per curare la narcolepsia (disturbo nervoso legato alla concentrazione), disfunzione riscontrata nella sua famiglia.

Se non riuscirà a provare la credibilità della sua tesi Kelli White rischia però una pesante squalifica da parte della IAAF, oltre alla sua rimozione dalle liste di arrivo dei 100 e dei 200 metri (vinti con 10″85 e 22″05) e all'assegnazione della vittoria e della medaglia d'oro alle seconde classificate (Torri Edwards nei 100 e Anastasiya Kapachinskaya nei 200).

Non si tratta del primo caso di positività per la sprinter statunitense. L'anno scorso infatti, sempre a Parigi, in occasione di un controllo antidoping vennero trovate tracce di tramcinolone acetonale (sostanza vietata in Francia) nel suo organismo, e fu condannata con l'interdizione dalle gare nelle piste francesi per sei mesi (fino a giugno 2003).

fonte: IAAF / AtleticaNET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *