ASSINDUSTRIA PD AVANTI TUTTA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Giovani talenti e vecchie glorie si sono incrociati nel calendario dell'atletica. L'ultimo week-end di settembre ha infatti proposto in concomitanza il Criterium cadetti, la massima rassegna nazionale per gli under 16, e la finale scudetto dei Campionati di Società senior master, che ha visto in pista gli “old” dell'atletica.

Terminata la due giorni di gare, Assindustria può festeggiare sia i risultati del vivaio che quelli dei suoi “vecchietti”. A Orvieto, dove erano impegnati i cadetti, l'astista Alessandro Paesotto ha conquistato la medaglia d'argento, portando il suo primato personale a 3,80. Un risultato eccezionale per un atleta che ha partecipato al Criterium grazie ad una wild card, come riserva della formazione veneta. L'allievo del giovane tecnico Marco Chiarello continua così la tradizione padovana: dopo Giorgio Piantella, Marco Boni e Francesca Zanini, si tratta del quarto podio conquistato quest'anno dagli astisti che si allenano allo stadio Colbachini.

Insieme a Paesotto, in evidenza ad Orvieto anche le sue compagne di squadra Giulia De Lazzari e Michela Dal Toso. Per la De Lazzari il giavellotto è una sorta di tradizione di famiglia: la sorella maggiore, Elena, è campionessa italiana juniores. Giulia da parte sua è giunta quinta con 37,09, a soli 78 centimetri dalla medaglia di bronzo. Michela Dal Toso nel salto in alto ha conquistato invece un buon ottavo posto, anche se l'1,51 ottenuto è al di sotto delle potenzialità della saltatrice seguita da Stefano Borgo.

Gli “old” capitanati dall'ottantasettenne Giovanni Pertile rientrano invece da Cesenatico con un sorprendente terzo a posto a squadre. La finale nazionale dei Campionati di Società ha visto i gialloblù cedere solamente all'Avis Perugia e ai Road Runners Milano, mettendosi alle spalle le altre 25 squadre giunte nella cittadina romagnola. Determinanti i podi di Nicola Zoppello, Roberto Meneghello e Vanni Rodeghiero, mentre il lunghista Carlo Hyrat, ottavo, ha riportato un brutto infortunio al tendine d'Achille.

RISULTATI CDS SENIOR MASTER 100 18° MM40 Gino Raminella 11″9 , 21° MM70 Gianni Campana 15″0; 200 8° MM35 Nicola Zoppello 23″6, 28° MM40 Gino Raminella 25″5; 400 2° MM 35 Nicola Zoppello 51″5, 43° MM35 Sergio Gallo 1'02″8; 800 34° MM60 Antonio Marchetti 2'47″9; 1.500 4° MM45 Roberto Meneghello 4'21″4, 37° MM60 Antonio Marchetti 5'37″3; 3.000 2° MM45 Roberto Meneghello 9'11″1; Alto 14° MM50 Natale Prampolini 1,51, 18° TM Davide Cadamuro 1,73; Lungo 8° MM60 Carlo Hyrat 4,34; Peso 3° MM85 Giovanni Pertile 7,54, 20° MM55 Luigi Rosso; Disco 21° MM85 Giovanni Pertile 19,12, 29° MM60 Vanni Rodeghiero 31,17; Giavellotto 2° MM60 Vanni Rodeghiero 48,41; Staffetta (100+200+300+400) 3° (Campana, Raminella, Gallo, Zoppello) 2'13″0.

fonte: Andrea Schiavon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *