TERGAT INCANTA BERLINO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Strepitoso risultato del Keniano Paul Tergat a Berlino. Stabilisce la nuova miglior prestazione mondiale in maratona correndo in 2h 04' 55″ e trascina nell'olimpo dei maratoneti anche il connazionale Sammy Korir che chiude subito dietro il nuovo recordman con solo un secondo di più. Terzo, ancora un keniano, Titus Munji che arriva in 2h 06' 15.

La gara è partita sotto i migliori auspici: tra 9 e 16 gradi centigradi, assenza di vento e ottimi avversari/amici come Korir e Munji. Per la verità ci sono state alcune difficoltà a trovare il ritmo, dapprima troppo veloce (2'54) poi troppo lento (3'07). Ma già al passaggio della mezza, tutto era sistemato e il grande risultato iniziava ad annunciarsi. I primi passavano a 21km e 97m in 1h 03' 01″. Al 30° km il terzetto era assolutamente in testa e ben definito. Passaggio in 1h 29' 24″ e in 1h 43' 59″ al 35°; ragguardevole il 31° chilometro corso in 2'47. Al 36° km Munji, si stacca dal duo che prosegue invece allo stesso ritmo verso il traguardo. E' solo all'ultimo chilometro che Tergat finalmente riesce a mettere dietro il connazionale ma, quando i giochi sembrano chiusi, Korir si riporta sotto chiudendo di nuovo il gap. Arrivo al cardiopalma con un solo secondo a dividere i due grandi campioni.

Per Tergat un bagno di folla e 120.000 euro di premio. Il neo primatista mondiale ha commentato la sua gara ringraziando sua moglie, il manager, l'organizzazione e soprattutto il pubblico che lo ha sostenuto per tutta la durata della gara. Da un punto di vista della prestazione ha sottolineato che al momento questo è il miglior risultato che può raggiungere ma non esclude che in un prossimo futuro potrà correre in 2h 04' 30″. Esclusa invece la possibilità di correre al di sotto delle 2h 04'.

Ovviamente in second'ordine la gara femminile corsa all'ombra dei grandi. Ha vinto la giapponese Hashimoto in 2h 26' 32″ davanti alla keniana Kimuria (2h 28' 18″) e alla nostra Ornella Ferrara che dopo lo stop per la maternità ha chiuso la gara in terza posizione nel tempo di 2h 28' 28″.

Resulti Uomini:
1. Paul Tergat KEN 2:04:55
2. Sammy Korir KEN 2:04:56
3. Titus Munji KEN 2:06:15
4. Andres Espinosa MEX 2:08:46
5. Raymond Kipkoech KEN 2:09:21
6. Kazuhiro Matsuda JPN 2:09:49
7. Kurao Umeki JPN 2:09:52
8. Andre Ramos BRA 2 :09 :58
9. Makhosonke Fika RSA 2:10:16
10. Javier Caballero ESP 2:10:44

Risultati Donne:
1. Yasuko Hashimoto JPN 2:26:32
2. Emily Kimuria KEN 2:28:18
3. Ornella Ferrara ITA 2:28:28
4. Ana Dias POR 2 :28 :49
5. Alina Ivanova RUS 2:29:00
6. Monika Drybulska POL 2:29:58

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *