CONCLUSI I PRIMI CAMPIONATI INDOOR ASIATICI DELLA STORIA DELL’ATLETICA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si sono conclusi domenica 8 febbraio i primi Campionati Indoor Asiatici della storia dell’atletica, celebrati a Teheran nel moderno impianto Piroozi Hall dal 6 all’8 febbraio.
Non ci sono stati risultati tecnici eclatanti ma una grande messe di primati nazionali e personali, a testimonianza dell’impegno profuso da atleti provenienti da nazioni spesso senza grande tradizione atletica.
Il medagliere alla fine ha premiato la Cina, che porta a casa 10 ori, seguita dai padroni di casa dell’Iran con 6 ori e dal sorprendente Bahrain che ottiene 3 vittorie, mettendo in evidenza i mezzofondisti negli 800e 1500 (doppietta di Rashid Ramzi rispettivamente in 1’48”03 e 3:55.73) e 3000 m (Mucheru Salem 8’11”90).
Tre ori anche per il Kazakistan ed il Giappone.
Spigolando fra gli altri risultati vi segnaliamo i 60 m maschili, appannaggio dell’iraniano Abdolghafar Saghar con 6”76 ed il lungo salto del saudita Mohamed Salman Al-Khuwailidi (7.94) che gli vale il record nazionale indoor.
La gara di maggior spessore tecnico e’ stata probabilmente il salto triplo maschile, con tre atleti sopra quei 16m, che sono pur sempre una rispettabile misura: Zhu Shujing ( Cina 16.57 ), Mohammed Hazzory (Siria 16.42 ) Denis Sauranbayrv (Kazakistan 16.17)

fonte: http://www.aafiran.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *