BUDAPEST 2004, ECCO GLI AZZURRI CONVOCATI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Archiviati i Campionati Italiani a Genova, i commissari tecnici dei team azzurri Roberto Frinolli e Augusto D'Agostino hanno reso noti i convocati per i Campionati del Mondo Indoor in programma a Budapest dal 5 al 7 marzo. Saranno quindici (otto uomini e sette donne) gli atleti che rappresentaranno l'Italia nella rassegna iridata.

Una formazione compatta, mediamente contenuta nei numeri, ma di assoluto livello tecnico: tra i convocati, due campioni del Mondo (Giuseppe Gibilisco, Parigi 2003, e Fiona May, Edmonton 2001) ed una medagliata del Mondiale outdoor 2003 (Magdelin Martinez), oltre alle vincitrici di medaglie continentali Manuela Levorato (Monaco 2002) e Assunta Legnante (Vienna 2002, indoor).

Ecco l'elenco completo dei convocati:

UOMINI
60 – Simone COLLIO Ga Fiamme Gialle
60 – Andrea RABINO Cs Carabinieri
3000 – Salvatore VINCENTI Ga Fiamme Gialle
60 hs – Andrea GIACONI Ga Fiamme Gialle
Alto – Andrea BETTINELLI Ga Fiamme Gialle
Asta – Giuseppe GIBILISCO Ga Fiamme Gialle
Lungo – Nicola TRENTIN Gs Fiamme Azzurre
Triplo – Fabrizio DONATO Ga Fiamme Gialle

DONNE
60 – Manuela LEVORATO As Tris
Alto – Antonella BEVILACQUA Atletica Asi Veneto
Lungo – Fiona MAY Libertas Cento Torri Pavia
Triplo – Simona LA MANTIA Ga Fiamme Gialle
Triplo – Magdeline MARTINEZ Gs Atletica 2000
Peso – Cristiana CHECCHI Gs Atletica 2000
Peso – Assunta LEGNANTE As Tris

I commenti dei ct azzurri. Secondo Roberto Frinolli (settore maschile), “E' una squadra che presenta atleti con delle ambizioni, inutile tentare di nasconderlo. Giuseppe Gibilisco, considerato il suo doppio ruolo di campione del Mondo in carica e di capolista stagionale 2004, ha le carte in regola per puntare ad una medaglia, in un contesto che sarà comunque, e come sempre, difficilissimo. Ognuno di questi atleti ha un suo personale obiettivo, ma direi che il denominatore comune, per tutti, è il fatto che il vero traguardo dell'anno sarà la stagione estiva. Nessuno di loro ha realmente finalizzato l'appuntamento al coperto”.

Augusto D'Agostino (donne) “Manuela Levorato correrà i 60 metri, che non sono la sua gara, soprattutto per non correre rischi fisici, considerati i problemi ai tendini che ha dovuto sopportare nella scorsa stagione, e poi perché ha lavorato molto sull'uscita dai blocchi e sulla accelerazione; ha bisogno, per completare questo lavoro, di un impegno internazionale come il Mondiale. Magdelin Martinez non ha finalizzato l'appuntamento indoor, per lei Budapest sarà esclusivamente un passaggio verso l'Olimpiade, mentre Fiona ha preparato con più attenzione questo appuntamento, visto che il 2003 è stato l'anno del suo rientro alle gare”.

fonte: FIDAL – www.fidal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *