TREVISO MARATHON, UNA GARA DA RECORD

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

(Treviso, 3 marzo 2004) – Su il sipario, inizia il conto alla rovescia in vista della Treviso Marathon. La manifestazione del 14 marzo è stata ufficialmente presentata oggi al Palazzo della Provincia. Si sono alzati i veli su un appuntamento destinato a scrivere una nuova pagina nella storia della disciplina più classica dell’atletica leggera. Un evento che coinvolgerà tremila maratoneti, 1.500 volontari dell’organizzazione e decine di migliaia di spettatori.

Presentazione – “Anche Treviso – ha detto il presidente della Provincia, Luca Zaia – è entrata nell’eccellenza di una delle discipline sportive più popolari. Sarà una grande vetrina per la promozione turistica della Marca Trevigiana e l’ennesima dimostrazione che il nostro territorio sa creare un efficiente sistema di relazioni tra le realtà che vi operano”. “Senza l’entusiasmo del presidente Zaia non saremmo mai arrivati a questo punto – ha aggiunto il presidente della Treviso Marathon, Federico Zoppas -. E’ il primo passo di una gara che diventerà una grande classica”.

Iscritti – Manca ancora l’ufficialità, ma il traguardo è ormai raggiunto. La Treviso Marathon ha superato i tremila iscritti. Un risultato straordinario, con pochi precedenti per una gara al debutto. Nel 2003 solo quattro maratone italiane, Roma, Venezia, Milano e Firenze, hanno avuto un così alto numero di adesioni. Un poker di appuntamenti dalla fama largamente consolidata, cui quest’anno si aggiungerà anche la Treviso Marathon. Lunedì 1° marzo, a tre giorni dalla chiusura delle iscrizioni, fissata per domani, giovedì 4 marzo, gli atleti intenzionati a correre la Treviso Marathon erano 2.848: 2.505 uomini (l’88%) e 343 donne (il 12%, due punti sopra la media nazionale). Un risultato che va al di là di ogni aspettativa, favorito anche dalla novità dell’iscrizione gratuita per gli atleti che completeranno la prova entro il tempo massimo (6 ore). Le statistiche, pur provvisorie, segnalano che tra i 2.848 iscritti ci sono ben 2.105 veneti (1.088 di questi sono trevigiani). Sessantadue le province rappresentate; 16 le nazioni, compresi gli Stati Uniti. Balza all’occhio, inoltre, un altro dato: 548 atleti, il 19% degli iscritti, correranno nella Marca la loro prima maratona. Tra ieri ed oggi, le iscrizioni hanno continuato ad arrivare e l’obiettivo dei tremila iscritti può dirsi, di fatto, raggiunto.

Top runners – Italia contro Africa. Questo il leitmotiv della Treviso Marathon, che il 14 marzo debutterà sul veloce percorso da Vittorio Veneto al capoluogo della Marca. A cinque mesi dall’Olimpiade di Atene, per molti atleti si tratta già di un’importante verifica. La stagione delle grandi maratone è solo all’inizio, ma i giochi per l’ammissione all’appuntamento clou del 2004 si decideranno tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera. Poi non esisteranno prove d’appello. Alberico Di Cecco, uno dei più importanti candidati alla terza ed ultima maglia azzurra disponibile per i Giochi (Stefano Baldini e Daniele Caimmi sono praticamente già sicuri della convocazione), ha scelto Treviso per correre la prima maratona del 2004. Terzo a Roma nel 2003, con il primato personale (2h08’54”), importante pedina nell’argento conquistato dall’Italia nella Coppa del Mondo di Parigi e quinto a New York, Di Cecco può essere considerato l’atleta emergente nel ricco panorama della maratona italiana. E Treviso costituirà un significativo banco di prova per le sue ambizioni. Con Di Cecco, i colori azzurri saranno rappresentati dal campione italiano 2002, Fabio Rinaldi, e dal vicecampione 2003, Denis Curzi. Il primo è alla ricerca di un riscatto dopo una stagione non particolarmente fortunata; il secondo cercherà di dare un seguito alla bella prova dei campionati italiani di Firenze, dov’è stato sconfitto allo sprint da Angelo Carosi. La pattuglia degli italiani di vertice comprenderà anche il vicecampione mondiale di Siviglia ‘99, Vincenzo Modica, Emanuele Zenucchi, vincitore di cinque maratone nel 2003, e Giacomo Leone, vincitore a New York nel 1996, impegnato in un test sulla mezza distanza. Sul fronte straniero, da seguire il kenyano Philemon Kipkering, accreditato di un eloquente curriculum: 13 vittorie su 17 maratone disputate. Domenica è giunto quinto, alle spalle di Baldini e Caimmi, alla maratonina Roma-Ostia. L’annuncio di una grande Treviso Marathon? Completano la pattuglia straniera l’ucraino Olexandr Kuzin (2h11’07” di primato), il burundiano Diomede Cishahayo, i marocchini Rachid Kisri e Said Boudalia, al debutto sulla distanza. Dal Marocco arriverà anche il pericolo più grande per Simona Viola, che nel 2003 ha difeso i colori azzurri ai Mondiali di Parigi. Hafida Izem ha stupito, domenica scorsa, alla maratonina Roma-Ostia, dove si è imposta in 1h10’39”, battendo le azzurre Incerti e Console. A Treviso la marocchina cercherà di strappare il lasciapassare per l’Olimpiade e costituirà un prezioso punto di riferimento per la Viola. Nel cast femminile anche la pluricampionessa croata Tijana Pavicic, la kenyana Dinah Kipoech Chepchumba e la trevigiana Marta Santamaria. Attesa pure per la gara dei disabili. Al via i fuoriclasse Alvise De Vidi, Francesca Porcellato e Carlo Durante.

Percorso di gara – La Treviso Marathon partirà da Vittorio Veneto (viale della Vittoria) ed arriverà a Treviso (piazza dei Signori). Nove i Comuni toccati dalla gara: Vittorio Veneto, Colle Umberto, San Vendemiano, Conegliano, Susegana, Nervesa della Battaglia, Spresiano, Villorba, Treviso. Il percorso, interamente chiuso al traffico e certificato dalla Federazione italiana di atletica leggera, è molto scorrevole: in leggera discesa e con pochissime curve. Partenza alle 9.20 per i disabili in carrozzina, alle 9.25 per le handbike (cicloni) e alle 9.30 per gli altri atleti.

Eventi collaterali – Miss Italia, Francesca Chillemi, sarà la madrina della Treviso Marathon. Ricco il programma degli eventi collaterali e delle animazioni sul percorso di gara. Venerdì 12 marzo apriranno i battenti i centri espositivi di Treviso e Vittorio Veneto. Sul percorso di gara si esibiranno numerosi gruppi musicali e folcloristici, inoltre il passaggio degli atleti sul fiume Piave sarà accompagnato dall’esibizione di un velivolo della collezione storica di Gianfranco Zanardo, il popolare “Barone Rosso”. A Treviso si svolgerà Tuttincorsa, marcia stracittadina aperta a tutti (4,2 chilometri, partenza alle 9 da piazza Duomo), con incasso devoluto alla lotta contro il Lupus eritematoso sistemico, malattia reumatica che colpisce soprattutto le donne in giovane età.

Volontari – L’organizzazione della Treviso Marathon coinvolgerà 1.500 volontari. In prima fila, con il coordinamento della Provincia, la Protezione Civile (sezioni della Comunità Montana del Grappa, della Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane, della Sinistra Piave, della Destra Piave e dei Colli Asolani) e l’Ana (sezioni di Treviso, Vittorio Veneto, Conegliano e Valdobbiadene). Prezioso anche l’apporto della Polizia Stradale, delle Polizie Municipali e del Corpo Forestale dello Stato.

Vodafone – La Treviso Marathon corre anche sul telefonino. Vodafone, partner tecnologico della manifestazione, ha attivato un servizio di SMS che consentirà di ricevere informazioni su viabilità, eventi collaterali, commenti, curiosità e andamento, in tempo reale, della gara. E’ possibile iscriversi al servizio digitando la parola chiave maratona on e inviando un SMS al numero 340-4331111. Gli SMS informativi sono gratuiti. Il servizio è aperto agli utenti di tutti gli operatori telefonici.

Ufficio Stampa
Mauro Ferraro
Tel. 338-2103931
mau.fer@libero.it
www.trevisomarathon.com

fonte: ufficio stampa Treviso Marathon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *