GAIL DEVERS E JASON GARDENER SUL TETTO DEL MONDO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

La prima giornata dei Campionati del Mondo indoor ha gia assegnato le prime medaglie nelle due gare più spettacolari di tutta la manifestazione, quella dei 60m maschili e femminili.
Nel primo il titolo è andato all’inglese gia due volte campione europeo indoor della specialità Jason Gardener, che ha vinto con il tempo di 6.49 davanti all’americano Shawn Crawford di soli 3 centesimi.

L'azzurro Simone Collio, dopo una strepitosa semifinale, si accontenta del settimo posto in finale con l'ottimo tempo di 6″60 alla terza gara in una sola giornata. Dal 1989 un italiano non arrivava in finale nei 60 metri ad un Mondiale: l'ultimo fu Pierfrancesco Pavoni, proprio a Budapest.

“Per la tensione uno dei primi appoggi ha ceduto – ha commentato il 25enne velocista di Cernusco sul Naviglio – altrimenti avrei potuto fare qualcosa in meno. Mi dispiace davero, ma allo stesso tempo, riflettendo, posso solo dire che sono felice. E' stata una stagione invernale magnifica, che mi ripaga del lavoro fatto con Roberto Bonomi, il mio tecnico. Io, in realtà, sto costruendo la stagione all'aperto, questi Mondiali non li ho finalizzati, quindi sono doppiamente soddisfatto”

In campo femminile la trentasettenne Gail Devers, che può vantare al suo attivo due titoli olimpici nei 100m piani e tre ori mondiali nei 100hs, ha iniziato con successo la sua ricerca verso la storia doppietta nelle due specialità da lei predilette, i 60m e i 60hs. Infatti, la statunitense, dopo aver vinto lo scorso week-end il titolo americano sui 60m piani e i 60hs nella stessa giornata, ha messo in fila oggi le avversarie tagliando per prima il traguardo con il tempo di 7.08; al secondo posto si sono piazzate due atlete, la belga Kim Gevaert e la bulgara Yuliya Nesterenko, entrambe con 7.12, mentre la statunitense Torri Edwards si è dovuta accontentare della quarta piazza fermando il cronometro a 7.16.

Per quanto riguarda le altre gare, Carolina Klüft non ha partecipato all’inizio del pentatlon femminile in quanto ha preferito la gara di salto in lungo di domani, lasciando il campo libero alla leader mondiale Nataliya Dobrynska. Infine il cubano Ivan Pedroso e la mezzofondista del Mozambico Maria Mutola hanno iniziato bene nei turni di qualificazione la loro rincorsa verso il titolo iridato.

fonte: IAAF/Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *