BUDAPEST GIORNO TRE: VELOCITA’ E DINTORNI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Terza ed ultima giornata di gare a Budapest ed ultimi tre titoli assegnati nel campo della velocità . Il bahamense Dominic Demeritte, la russa Anastasiya Kapachinskaya e la canadese Perdita Felicien si sono laureati campioni del mondo rispettivamente dei 200 metri maschili, nei 200 femminili e nei 60 ostacoli donne. Nella gara dei 200 maschili Demeritte stabilisce il primato nazionale con il tempo di 20”66 precedendo lo svedese Johan Wissman (20”72) e il tedesco Tobias Unger (21”02).

Podio tutto europeo, invece, nella gara femminile con un strepitosa Kapachinskaya che rispetta il pronostico che la vedeva favorita vincendo in 22”78 nonostante sia stata penalizzata da un alto tempo di reazione (0.242). Piazza d’onore per la bielorussa Natalya Safronnikova 23”13, mentre sul gradino più basso del podio sale ancora una russa, Svetlana Goncharenko a due centesimi di ritardo dall’argento.

Finale a sorpresa nei 60 ostacoli donne con l’inossidabile Gail Devers che non riesce a fare la tanto attesa doppietta: il tempo finale di 7”78 non le basta per passare alla storia e dopo l’oro nei 60 metri la statunitense deve accontentarsi (si fa per dire) dell’argento. Il titolo va alla canadese Felicien, già iridata nei 100hs a Parigi 2003, con 7”75 con annesso record dei campionati. Bronzo alla francese Linda Ferga-Khodadin al primato nazionale con 7”82.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *