ELISA RIGAUDO FAVOLOSA IN MESSICO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si tinge d’azzurro la prima tappa del Challenge IAAF di marcia che si è disputato a Tijuana, in Messico. Splendida vittoria per la ventitreenne Elisa Rigaudo, che con il nuovo primato personale di 1h28'50″ ha dominato la gara femminile sui 20 chilometri.

La piemontese, allenata da Sandro Damilano, ha sbaragliato la concorrenza che si presentava accreditata con atlete del calibro della spagnola Vasco (1h29'06″) e la portoghese Feitor (1h29'12″).
Impressionante la progressione dell’azzurra che ha realizzato i seguenti parziali ogni 5 chilometri: 22’25” – 22’20” – 22’35” – 21’55”.
Alle sue spalle solo settima Elisabetta Perrone (era tra le favorite) ed undicesima Erica Alfridi

Nella prova maschile torna a splendere la stella di Ivano Brugnetti: terzo alle spalle dell'ecuadoriano Jefferson Perez (1h19’32”) e il polacco Robert Korzeniowski (1h19’40”), al termine di un arrivo mozzafiato con l’allievo di Antonio La Torre che chiude in 1h19’42” che è il nuovo personale.
Se il buongiorno si vede dal mattino, quello della marcia azzurra (e rosa) è veramente niente male in prospettiva olimpica.

fonte: Iaaf e Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *