LIMO VINCE LA MARATONA DI ROTTERDAM

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il keniano Felix Limo ha vinto oggi la maratona di Rotterdam stabilendo anche il record della manifestazione con il tempo di 2:06:14, nonostante la pioggia e un forte vento che hanno reso l’impresa ancora più ardua.
Alla partenza erano presenti circa 11.000 partecipanti a conferma della crescente importanza della manifestazione; già dai primi chilometri un gruppetto di una ventina di persone, tra le quali Limo, Mike Rotich e Salah Hissou, ha preso un certo vantaggio, arrivando a passare ai 10km in 29:56, ma con i chilometri si è andato sgranando sempre di più. Dopo metà gara Salah Hissou e Wagner da Silva hanno iniziato a perdere metri dal gruppo di testa a causa del forte vento contrario, lasciando così a giocarsi la vittoria i due keniani Felix Limo e Michael Rotich. Dal 30° chilometro c’è stata la svolta della gara, con Limo che ha incrementato drasticamente l’andatura fino ad arrivare al passaggio di 14.22 nei 5km successivi, mentre Rotich, in chiara difficoltà, ha continuato la sua gara non forzando il ritmo. Gli ultimi chilometri sono stati per il battistrada una corsa contro il tempo, quello di 2:06.50 stabilito da Belayneh Dinsamo nel 1998 ed eguagliato da Josephat Kiproni nel 2001; alla fine Limo è riuscito a stabilire il record della manifestazione chiudendo con 2:06:14, a quasi 3 minuti dal connazionale Rotich (2:09:07). Il terzo posto è andato al brasiliano Wagner da Silva con 2:11:28 mentre Salah Hissou è finito all’11° posizione dopo la crisi di metà gara.
A fine gara il vincitore si è dichiarato molto contento della sua prestazione ma anche un po’ amareggiato perché, se non ci fosse stato così tanto vento, forse sarebbe riuscito a battere il record del mondo.

RISULTATI

Uomini
1. Felix Limo (Ken) 2:06:14 (course record)
2. Michael Rotich (Ken) 2:09:07
3. Romulo Wagner da Silva (Bra) 2:11:28
4. Peter Kiprotich (Ken) 2:11:52
5. Stephen Cheptot (Ken) 2:11:52 (same time as 4th)
6. Tom van Hooste (Bel) 2:11:55
7. Luc Krotwaar (Ned) 2:11:56 (Dutch champion)
8. Zebedayo Bayo (Tan) 2:12:23
9. Willy Cheruiyot (Ken) 2:12:28
10. Philip Singoei (Ken) 2:12:36
11. Salah Hissou (Mor) 2:12:45
12. Kamel Kohil (Alg) 2:13:40
13. Wilson Chelal (Ken) 2:14:23
14. Shane Nankervis (Aus) 2:14:45
15. Bernard Barmassai (Ken) 2:14:49
16. Gabriel Jose Amedo Garcia (Gua) 2:14:52
17. Salim Kipsang (Ken) 2:14:55
18. Hugo van den Broek (Ned) 2:14:59
19. Claudir Rodrigues (Bra) 2:15:27
20. Alejandro Gomez (Spa) 2:16:22

Donne
1. Zhor el Kamch (Mor) 2:26:10
2. Madai Perez (Mex) 2:27:08
3, Jelena Burykina (Rus) 2:30:15
4. Maria Abel (Spa) 2:32:23
5. Zahia Dahmani (Fra) 2:33:01
6. Delilah Asiago (Ken) 2:37:24
7. Maria Jose Puyeo Bergua (Spa) 2:37:34
8. Nadja Wijenberg (Ned) 2:38:39 (Dutch champion)
9. Kristijna Loonen (Ned) 2:38:45
10. Serep Aktas (Tur) 2:41:01

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *