PERTILE E LA TISI TRIONFANO SULLE STRADE DI ODERZO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Un maratoneta e una crossista. Ruggero Pertile e Patrizia Tisi hanno vinto il 9° circuito internazionale “Oderzo Città Archeologica”, svoltosi ieri, sabato 1° maggio, sulle strade della caratteristica cittadina trevigiana. Il padovano Pertile è prevalso, al termine di un’incerta volata, sul giovane ucraino Vasyl Matviychuk, confermando, dopo il successo della maratona di Roma, di essere entrato in una nuova dimensione e di poter sperare in una convocazione olimpica. La corsa è entrata nel vivo al sesto dei 9 giri di gara, quando Pertile e Matviychuk hanno preso il largo sul gruppo dei migliori.

Il successo di Pertile ha ribadito la tradizione azzurra nel circuito internazionale “Oderzo Città Archeologica”: l’ultima vittoria straniera, in Piazza Grande, risale al 2000, quando s’impose il kenyano Anthony Korir, e solo in un’altra occasione, nel 1996 (vittoria del kenyano Philemon Kipkering) un atleta italiano non ha occupato il gradino più alto del podio. Terzo, a 12” dal vincitore, il bellunese Gabriele De Nard, più veloce nel finale rispetto ad un comunque sorprendente Antonino Liuzzo.

Assenti gli attesi Alberico Di Cecco, vittima degli scioperi aerei, e l’influenzato Fabio Rinaldi. Solo 14° il campione italiano dei 10.000 metri, Marco Bartoletti Stella. La bresciana Tisi ha dominato la corsa femminile, staccando le rivali nel secondo dei cinque giri di gara. Quello della campionessa italiana di cross lungo è stato un autentico monologo. La padovana Silvia Sommaggio è giunta a 11”, l’italo-polacca Marzena Michalska a 21”. Sesta Ornella Ferrara, alla prima uscita agonistica dopo la vittoria nella maratona di Roma che le varrà la convocazione per la sua terza Olimpiade.

Le classifiche.
UOMINI. Seniores/promesse/juniores (9,8 km): 1. Ruggero Pertile (Assindustria Pd) 28’38”, 2. Vasyl Matviychuk (Ucr/Cover) 28’38”, 3. Gabriele De Nard (Fiamme Gialle) 28’50”, 4. Antonino Liuzzo (Cover) 28’52”, 5. Vincenzo Modica (Fiamme Oro) 29’01”, 6. Massimo Galliano (Gs Roata Chiusani) 29’04”, 7. Migidio Bourifa (Valle Brembana) 29’12”. Amatori (6,5 km): 1. Davide Drigo (Livenza Viaggi) 21’01”, 2. Daniele Ferronato (Valdobbiadene) 21’10”, 3. Matteo Grosso (Gagno Ponzano) 21’19”. Master (6,5 km). MM35: 1. Roberto Toffoli (Marciatori Calalzo) 20’58”, 2. Stefano Fiorido (S. Martino al T.) 21’00”, 3. Mario Foltran (Valdobbiadene) 21’22”. MM40: 1. Claudio Peruzza (Dall’Agnese Brugnera) 21’30”, 2. Giovanni Bidese (Alpini Vicenza) 21’32”, 3. Moreno Moretton (Villanova Sernaglia) 21’36”. MF45: 1. Giorgio Centofante (Alpini Vicenza) 21’40”, 2. Mauro Michelis (Marathon Club Alabarda) 21’40”, 3. Paolo Moret (Sernaglia Villanova) 21’41”. MM50: 1. Rodolfo Spagnul (Atl. Brugnera) 21’17”, 2. Adriano Biscaro (Tortellini Voltan) 23’24”, 3. Pietro Valguarnera (Alpini Caneva) 23’28”. MM55: 1. Giorgio Redolfi (Gagno Ponzano) 23’15”, 2. Dario D’Incal (Fiamma Dolomiti) 23’25”, 3. Salvatore Puglisi (Fiamma Dolomiti) 23’34”. MM60: 1. Luigi De Marco (Dall’Agnese Brugnera) 25’47”, 2. Egidio Guizzo (Valdobbiadene) 27’20”, 3. Graziano Da Riol (As Carducci) 27’25”. MM65 ed oltre: 1. Benvenuto Pasqualini (Lib. S. Biagio) 26’04”, 2. Fernando Valente (Alpini Vicenza) 27’24”, 3. Giovanni Visentini (Mastella Quinto) 27’37”. Disabili. Cicloni: 1. Mauro Cattai (Basket e non solo), 2. Piero Dainese (Basket e non solo), 3. Giovanni Angeli (Basket e non solo). Paraplegici: 1. Enzo Masiello (Pop 84 Nike Milano), 2. Fabio Marcolan (Aspea Pd). Tetraplegici: 1. Alvise De Vidi (Aspea Pd).

DONNE. Seniores/promesse (5,4 km): 1. Patrizia Tisi (Cover) 17’38”, 2. Silvia Sommaggio (Asi Veneto) 17’49”, 3. Marzena Michalska (Sai Fondiaria) 17’59”, 4. Deborah Toniolo (Cover) 18’03”, 5. Maura Viceconte (Cover) 18’23”, 6. Ornella Ferrara (Pbm Bovisio Masciago) 18’23”. Juniores (5,4 km): 1. Isadora Castellani (Atl. Brugnera) 20’16”. Amatori (5,4 km): 1. Debora Pomarè (Primiero S. Martino) 20’28”, 2. Sabrina Roncaglia (Remabox Zanè) 21’01”, 3. Mariangela Marsura (Sernaglia Villanova) 21’02”. Master (5,4 km). MF35: 1. Oriella Perotto (Remabox Zanè) 21’47”, 2. Marilena Dall’Agnese (Livenza Viaggi) 22’46”, 3. Sabina Corona (Atl. Aviano) 23’50”. MF40: 1. Luisa Mattioz (Atl. Aviano) 21’23”, 2. Silvia Tampieri (Atl. Brugnera) 21’52”, 3. Rossana Dalla Libera (Nuova Atl. Tre Comuni) 22’01”. MF45: 1. Maria Urbani (Valdagno) 22’23”, 2. Daniela Cera (Remabox Zanè) 24’27”, 3. Antonella Chiara (Tre Comuni) 25’50”. MF50: 1. Dallila Aissaoui (Vicentina) 24’07”, 2. Gianna Fregona (Fiori Barp-Arred. Moretti Bl) 24’39”, 3. Fernanda De Faveri (Ass. Giro delle Mura Feltre) 29’35”. MF55 ed oltre: 1. Nadia Pecar (Amici del Tram di Opicina) 24’54”, 2. Emiliana Pol (Mirafiori S. Donà) 25’02”, 3. Angela Pin (Leoni S. Marco) 25’14”. Disabili. Paraplegici: 1. Francesca Porcellato (Insieme New Foods), 2. Antonella Munaro (Aspea Pd).

fonte: Ufficio stampa Fidal Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *