AL VIA LA STAGIONE DEI GRANDI MEETING IAAF

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Anche se formalmente i Grand Prix IAAF sono cominciati a febbraio, nell’estate australe di Melbourne, ora gli eventi si susseguiranno a ritmo sempre piu’ incalzante, per la gioia degli appassionati di atletica.

A Doha in Qatar ha preso il via la serie piu’ ricca, i Super Grand Prix e subito l’argento mondiale indoor Shawn Crawford esordisce con un 9”86 ventoso (+2.6) che la dice forse lunga sul suo stato di forma.
Il meeting pero’ ha avuto il suo climax agonistico con lo scontro fra il keniano con passaporto del Qatar Saif Saaeed Shaheen, specialista dei 5000 m e il keniano “doc” Eliud Kipchoge, specialista dele siepi. Il terreno di scontro neutro e’ stato un 3000 m piani. L’ha spuntata al termine di una volata lunga Kipchoge, trascinando pero’ Shaheen al primato personale (7’34”67)
Piccola sorpresa negli 800 m, dove il campione del mondo l’algerino Djabir Said-Guerni è finito solo quarto, alle spalle del vincitore Justus Koech (1’45”37, per il momento miglior prestazione mondiale stagionale) e di altri due keniani. Vittoria agevole in campo femminile per Jolanda Ceplak (2’01”27).
Vittoria nel lungo anche per l’indiana Anju Bobby George, bronzo mondiale, con un salto di 6.82m (+2.3m/s) davanti alla lituana Valentina Gotovska (6.70m / +4.5).

A Rio de Janeiro il 16 maggio 2004 si è invece tenuto il terzo appuntamento della seria IAAF Grand Prix II. Il risultato di maggior rilievo dalla pedana del triplo, dove Jadel Gregório ha saltato 17.22 m.
Da notare anche la vittoria nei 200m di Vicente Lenílson de Lima, che in 20”45 ha battuto il cmpione mondiale indoor dei 400 m, il bahamense Dominic Demeritte (20”71)
Buone notizie anche dalla staffetta veloce brasiliana, capace di chiudere in 39”00

Infine Nadezhda Ostapchuk scagliando il peso a 19.19m ha stabilito la seconda miglior prestazione stagionale, regolando per la vittoria la cubana Yumileidi Cumbá (19.06m)

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *