SETTORE SALTI IN GRANDE FERMENTO: BESOZZI RECORD

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Arrivano finalmente buone notizie dai saltatori italiani; notizie ancor più buone visto che giorni passando, ci si avvicina sempre di più all'evento dell'anno: le olimpiadi di Atene.

Iniziamo dal risultato più lontano: a Belem, in Brasile in occasione del 20° Grande Premio Brasil Caixa de Atletismo, Nicola Ciotti è salito fino a 2.25 (e medaglia d'argento) nella gara vinta con 2,28 dal cubano Lisvany Pérez.

Sempre nel salto in alto, nel più vicino lazio, il friulano Alessandro Talotti ha valicato i 2.30 facendo ben sperare per il prossimo futuro. La misura è di rilevanza mondiale e fa ben sperare soprattutto in considerazione che il carabiniere è al rientro dopo un 2003 passato a recuperare un grave infortunio al ginocchio sinistro.

Rimaniamo in tema di grandi rientri e record parlando di Andrew Howe Besozzi. Il giovane in forza all'Aereonautica ha saltato 8.01 metri nei Cds Junior e Promesse stabilendo anche il record italiano di categoria, datato di oltre 15 anni (il precedente apparteneva a Giuseppe Virzì, stabilito a Livorno il 2-8-1987). Per lui una netta conferma dopo l'ottimo 100 metri della scorsa settimana corso in 10.24 ventoso), in una specialità da lui abbandonata circa due anni fa dopo infortuni e problemi tecnici e subito ripresa con un grande risultato.

fonte: IAAF / Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *