NORWICH UNION SUPER GRAND PRIX: ISINBAYEVA ANCORA PIU’ SU A 4,87 !

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

E’ stata una gara quasi solitaria per Yelena Isinbayeva, visto che la sua rivale Feofanova si e’ fermata alla per lei modesta quota di 4,70. Superata alla prima prova la quota di 4,80 , la Isinbayeva ha poi fallito di stretta misura il primo salto a 4,87 , vedendo l’asticella cadere dopo un eterno secondo di oscillazione. Sbagliato piu’ nettamente il secondo salto, alla terza prova è venuta la misura che migliora di un centimetro il precedente record, ottenuto al chiuso (per l’asta infatti la IAAF ha unificato i record indoor e outdoor). L’astista russa ha dichiarato di aver gia’ superato i 5 metri in allenamento ma di voler ottenere quella quota in gara con passi graduali (Bubka docet…)

Il vento ha limitato le performance cronometriche di Bekele (7’41”31 nei 3000) e di Paula Radcliffe, che ha vinto in solitaria i 10.000 con 30’17”15, che e’ comunque la miglior prestazione mondiale dell’anno

Battaglia nella pedana del triplo tra Olsson e il brasiliano Jadel Gregorio, che con un salto di 17,23 aveva preso il comando della gara. Olsson ha immediatamente risposto da par suo con un 17,43 che allunga a 27 la sua striscia di successi ininterrotti.

E’ arrivata a 24 successi nei 400 m invece Ana Guevara, ma stavolta non ha dominato come al solito. Apparsa appesantita nel rettilineo finale, a dovuto faticare per respingere l’attacco della russa Natalya Antyukh. Alla fine 50”16 per la messicana e 50.21 per la Antyukh.

Infine la gara del lungo femminile, che si presentava come una finale olimpica con Lebedeva, Kotova, May, Jones e Drechsler. Nonostante il vento fosse a favore, la gara non e’ mai decollata dal punto di vista tecnico ed agonistico. L’ha spuntata la Lebedeva con un salto di 6,87 su Marion Jones (6,77 al sesto salto).

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *