VENERDI 20: MEZZOFONDO E MARCIA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Dopo l’esordio dei lanciatori nello splendido panorama di Olimpia, l’atletica si trasferisce nello stadio di Atene, o meglio lungo le strade della città per la 20km di marcia maschile, nella quale l'italiano Ivano Brugnetti ha conquistato il primo oro olimpico per l'Italia per quanto riguarda l'atletica leggera.
Il marciatore di Sesto San Giovanni, oro ai Mondiali di Siviglia del 1999, è stato sempre nel gruppetto dei primi,che si è andato via via scremando con il passare dei chilometri, perdendo addirittura un protagonista illustre come Jefferson Perez. Nel finale di una gara tiratissima sono rimasti solo il nostro Brugnetti e lo spagnolo Francisco Javier Fernandez, che nulla ha potuto, però, quando, a pochi metri dal traguardo, l'azzurro ha incrementato ulteriormente l'andatura, riuscendo, così, ad entrare per primo nello stadio ed a precedere lo spagnolo all'arrivo di 5 secondi, con il suo 1:19:40, che è anche il suo primato personale, contro l’1:19:45 di Fernandez. Al terzo posto ha concluso l'australiano Nathan Deakes in 1:20:02, mentre solo quarto Perez con 1:20:38.
Nel pomeriggio si sono anche svolte le semifinali dei 1500mt maschili, nei quali non ci sono state sorprese, con la qualificazione di tutti i favoriti, compreso il primatista mondiale della distanza Hicham El Guerrouj, che ha vinto la sua gara in 3:37.86 permettendosi anche un passaggio-passeggio ai secondi 400mt da 62.5. L'unica nota da rilevare è il secondo posto nella seconda semifinale di Bernard Lagat con 3:39:80, che però non è sembrato affatto girare al limite delle sue possibilità.
Per quanto riguarda le batterie degli 800mt femminili si sono disputate ben 6 serie , tra le quali spicca l'1:59.64 della rumena Maria Cioncan, miglior tempo delle qualificazioni. Passano alle semifinali anche la mezzofondista del Mozambico Maria De Lurdes Mutola con 2:01.50 e la russa Svetlana Cherkasova con 2:03.60.
Alle 22:35 ora locale è finalmente giunta l'ora della gara più attesa della giornata, quella dei 10.000mt maschili, in cui ci si attendeva il successo dell'etiope Kenenisa Bekele, capace quest'anno di firmare i nuovi record del mondo su 5000mt e 10000mt nel giro di un mese. Alla fine i pronostici sono stati rispettati, con Bekele che ha condotto una gara impeccabile sotto tutti i punti di vista, alternandosi prima con i suoi due compagni di squadra Sileshi Sihine e Haile Gebrselassie al comando e poi staccando il suo compagno di avventura Sihine prima dell'ultimo giro, concluso nell'incredibile tempo di 53.2. C'è stato anche spazio per una parentesi di patriottismo per quanto riguarda i due etiopi, che, dopo il crollo del re dei 10.000mt Gebrselassie intorno al settimo chilometro, hanno atteso il recupero di Haile per andare alla ricerca di un podio tutto etiope; purtroppo così non è stato poichè al terzo posto è finito l'atleta dell'Eritrea Zersenay Tadesse che con il suo 27:22.57 segna il nuovo record nazionale sulla distanza e porta al suo Paese la prima medaglia olimpica della storia. Alla fine Bekele ha concluso la gara in 27:05.10, nuovo record olimpico, mentre al secondo posto è finito il
connazionale Sileshi Sihine con 27:09.39. Solo quinto con 27:27.70 Haile Gebrselassie,che non si allenava più da una settimana per un problema alla gamba sinistra e da così l'addio alla pista per buttarsi a pieno sulla maratona, mentre l'atleta dell'Uganda Boniface Kiprop, campione mondiale Juniores a Grosseto, conclude al quarto posto in 27:25.48.
L'ultima gara in programma è stata quella dei 5000mt femminili per le semifinali; nella prima la vittoria è andata all'etiope Tirunesh Dibaba che ha concluso in 15:00.66, seguita a 1 secondo dalla connazionale Sentayehu Ejigu e dalle due russe Yelena Zadorozhnaya e Liliya Shobukhova; ultima qualificata è stata la keniana Edith Masai con il suo 15:01.92. Nella seconda e ultima semifinale altro successo per l'etiopia con Meseret Defar, che conclude in 14:52.39 davanti alla turca Elvan Abeylegesse.

Risultati Marcia 20km maschile:

Rk Bib Name NOC DOB Result Time Behind
1 2161 BRUGNETTI Ivano ITA 1:19:40 PB
2 1578 FERNANDEZ Francisco Javier ESP 1:19:45 0:05
3 1056 DEAKES Nathan AUS 1:20:02 0:22
4 1544 PEREZ Jefferson ECU 1:20:38 0:58
5 1606 MOLINA Juan Manuel ESP 1:20:55 1:15
6 1389 ZHU Hongjun CHN 1:21:40 2:00
7 2848 ANDREYEV Vladimir RUS 1:21:53 2:13
8 1894 HOEHNE Andre GER 1:21:56 2:16
9 2414 FADEJEVS Aigars LAT 1:22:08 2:28 SB
10 2752 VIEIRA Joao POR 1:22:19 2:39
11 3137 GHOULA Hatem TUN 1:22:59 3:19
12 2681 KUCINSKI Benjamin POL 1:23:08 3:28
13 2183 GIUNGI Marco ITA 1:23:30 3:50
14 1228 BAGGIO Jose Alessandro BRA 1:23:33 3:53
15 2297 TANII Takayuki JPN 1:23:38 3:58
16 1050 ADAMS Luke AUS 1:23:52 4:12
17 1548 SAQUIPAY Rolando ECU 1:24:07 4:27
18 2530 SEGURA Omar MEX 1:24:35 4:55
19 1185 MISYULYA Yevgeniy BLR 1:25:10 5:30
20 3343 SEAMAN Timothy USA 1:25:17 5:37

Risultati 10.000mt maschili:

1 1657 BEKELE Kenenisa ETH 27:05.10 OR
2 1672 SIHINE Sileshi ETH 27:09.39
3 1553 TADESSE Zersenay ERI 27:22.57 NR
4 3158 KIPROP Boniface UGA 27:25.48 SB
5 1665 GEBRSELASSIE Haile ETH 27:27.70
6 2346 KORIR John Cheruiyot KEN 27:41.91 SB
7 2352 MOSOP Moses KEN 27:46.61
8 1771 SGHYR Ismail FRA 27:57.09
9 1601 MARTINEZ Jose Manuel ESP 27:57.61
10 3090 JOSEPH Fabiano TAN 28:01.94 SB
11 3156 BUSIENEI Wilson UGA 28:10.75
12 3235 BROWNE Daniel USA 28:14.53
13 2337 KAMATHI Charles KEN 28:17.08
14 2571 MAASE Kamiel NED 28:23.39
15 3221 ABDIRAHMAN Abdihakem USA 28:26.26
16 1554 KIFLE Yonas ERI 28:29.87
17 2977 DISI Dieudonne RWA 28:43.19
18 2459 AMYNE Mohammed MAR 28:55.96
19 2283 ONO Ryuji JPN 29:06.50
20 2534 VEGA Teodoro MEX 29:06.55
21 2514 GALVAN David MEX 29:38.05
DNF 2636 HENWOOD John NZL DNF
DNF 3332 RITZENHEIN Dathan USA DNF
DNF 3096 YUDA John TAN DNF

fonte: Atleticanet Foto:Reuters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *