SABATO 21: MEZZOFONDO E MARCIA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Solo due gare di mezzofondo ieri in programma alle Olimpiadi di Atene 2004, entrambe semifinali: quelle degli 800mt femminili e dei 3000 siepi maschili.

Per quanto riguarda la corsa delle donne, nella prima eliminatoria il successo è andato all’inglese Kelly Holmes come da pronostico, che, con il suo 1:57.98, ha battuto di mezzo secondo la russa Tatyana Andrianova; entrambe hanno raggiunto l’accesso alla finale. Nella seconda gara la marocchina Hasna Benhassi è andata a vincere grazie ad una stupenda prestazione che le ha regalato il nuovo primato stagionale in un momento così delicato; il crono finale è stato di 1:58.59, mentre raggiunge la qualificazione anche la slovena Jolanda Ceplak con il suo 1:58.80. L’ultima semifinale ha visto rispettate le attese di vittoria della mezzofondista del Mozambico Maria de Lurdes Mutola, che ha messo in fila le avversarie chiudendo in 1:59.30, davanti alla rumena Maria Cioncan (1:59.44).

L’altra gara in programma per ieri è stata quella dei 3000 siepi maschili; nella prima semifinale l’atleta del Qatar Abdullah Saifeldin ha chiuso in testa in 8:17.89 dopo una gara dal ritmo regolare, che purtroppo ha visto il ritiro del nostro Giuseppe Maffei vittima di un infortunio non grave ma che gli ha pregiudicato la giusta efficienza di corsa; al secondo posto è finito il keniano Ezekiel Kemboi, uno dei favoriti per la vittoria finale, mentre l’ultimo biglietto per la finale l’ha strappato il francese Bouabdallah Tahri.

Un altro dei maggiori pretendenti al titolo olimpico ha invece vinto la seconda semifinale; l’atleta in questione è il keniano Brimin Kipruto che, concludendo in 8:15.11, ha preceduto all’arrivo l’olandese Simon Vroemen e lo spagnolo Luis Miguel Martin, che ha dettato l’andatura per quasi tutta la gara.

Sempre al Qatar va l’ultima semifinale, con Obaid Musa Amer, atleta appena diciannovenne, che, però, vince una gara corsa su ritmi piuttosto blandi per quanto riguarda i primi due chilometri, tirati dal più favorito per la vittoria, il keniano Paul Kipsiele Koech, detentore della migliore prestazione mondiale dell’anno (7.59.65), ma incapace quest’oggi di andare oltre la terza piazza; al secondo posto finisce lo spagnolo Antonio David Jimenez con 8:24.13, contro l’8:23.94 del vincitore.

fonte: Atleticanet

ALLEGATO: ANet_news_Risultati_completi_delle_due_gare_22.8.2004.htm (130 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *