DOMENICA 22: MEZZOFONDO E MARCIA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Grandi sorprese nella terza giornata di gare dei giochi olimpici di Atene per quanto riguarda la Maratona femminile: tutto è cominciato quando la giapponese Mizuki Noguchi è partita inaspettatamente in fuga abbandonando senza timore le compagne di corsa; l’altro colpo di scena è giunto al 36° chilometro, quando la favoritissima Paula Radcliffe, l’inglese detentrice del primato mondiale sulla distanza, mentre vagava in difficoltà attorno alla terza posizione, si è incredibilmente fermata scoppiando in lacrime per la grande opportunità sprecata.
Intanto la giapponese Noguchi, nonostante il celere recupero della keniana Catherine Ndereba, è riuscita a conquistare il suo primo titolo olimpico tagliando il traguardo per prima in 2:26:20, a 12 secondi dalla Ndereba. A sorpresa la medaglia di bronzo è andata all’americana Deena Kastor con 2:27:20 che nelle ultime battute ha passato l’etiope Elfenesh Alemu in forte calo. Per quanto riguarda le italiane, la migliore è stata Bruna Genovese che ha chiuso al decimo posto con 2:32:50, mentre sedicesima Rosaria Console in 2:35:56.
Nella prima serata si sono svolte anche le gare riservate agli atleti sulla sedia a rotelle. Gli uomini si sono confrontati sulla distanza di 1500mt e il successo è andato al tedesco Robert Figl che ha chiuso in 3:10.91 davanti al messicano Saul Mendoza e al tailandese Rawat Tana.
Le donne, invece, hanno percorso 800mt, nei quali la canadese Chantal Petitclerc ha firmato il nuovo record olimpico con il tempo di 1:53.66, mentre sui gradini più bassi del podio si sono piazzate due atlete australiane, nell’ordine Eliza Stankovich e Louise Sauvage.
L’ultima gara di mezzofondo della giornata è stata quella dei 1500mt maschili per le semifinali e quando si parla di 1500 è impossibile non fare il nome dell’unico dominatore della distanza da molti anni, il marocchino Hicham El Guerrouj, in cerca del suo primo titolo olimpico per scacciare quella maledizione che non gli vuol proprio regalare il più importante tra tutti i riconoscimenti. El Guerrouj ha controllato bene la sua semifinale, vinta in 3:40.87 al termine di una gara dal ritmo piuttosto blando (1:04 e 2:07 i passaggi ai 400mt e agli 800mt), ma conclusa con un buon ultimo giro in cui il marocchino ha dato l’impressione di essere un gradino sopra ai suoi avversari. Al secondo posto si è piazzato il portoghese Rui Silva, seguito dal keniano Timothy Kiptanui, entrambi diretti pretendenti per il titolo finale. La seconda semifinale ha visto il successo del marocchino Adil Kaouch, che in finale potrà così permettere un gioco di squadra per il suo Paese; il tempo del vincitore è stato di 3:35.69, mentre il keniano Bernard Lagat ha tagliato il traguardo al secondo posto in 3:35.84, seguito dall’olandese Gert-Jan Liefers con 3:36.00.

Risultati Maratona femminile:
1 NOGUCHI Mizuki JPN 2:26:20
2 NDEREBA Catherine KEN 2:26:32 0:12
3 KASTOR Deena USA 2:27:20 1:00 SB
4 ALEMU Elfenesh ETH 2:28:15 1:55
5 TOSA Reiko JPN 2:28:44 2:24
6 JEVTIC Olivera SCG 2:31:15 4:55
7 SAKAMOTO Naoko JPN 2:31:43 5:23
8 PETROVA Lyudmila RUS 2:31:56 5:36
9 ZAKHAROVA Svetlana RUS 2:32:04 5:44
10 GENOVESE Bruna ITA 2:32:50 6:30
11 CHELANGAT Alice KEN 2:33:52 7:32
12 ZHANG Shujing CHN 2:34:34 8:14
13 OLARU Nuta ROM 2:34:45 8:25
14 BALCIUNAITE Zivile LTU 2:35:01 8:41
15 RAUX Corinne FRA 2:35:54 9:34
16 CONSOLE Rosaria ITA 2:35:56 9:36
17 SOBANSKA Malgorzata POL 2:36:43 10:23
18 ZAITUC Luminita GER 2:36:45 10:25
19 LEE Eun Jung KOR 2:37:23 11:03
20 TOMESCU Constantina ROM 2:37:31 11:11

fonte: AtleticaNET

ALLEGATO: ANet_news_I_risultati_compelti_del_report_23.8.2004.htm (217 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *