MARTEDI 24: SALTI – ISINBAYEVA RECORD, CENSURA PER LA RAI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Ieri proponevamo una medaglia di legno per la Rai, oggi proprio legnate ai programmatori, con tutti gli appassionati della “nostra” atletica costretti a vedere il mondiale della Isinbayeva a cose fatte, El Guerrouj ignorato con i suoi 1500 e, due finali olimpiche, le semi dei 400 ostacoli, le ultime gare (decisive) del decathlon e le qualificazioni del lungo compresse nello spazio di una mezzoretta.
Ma forse la colpa non è solo della rai del peso politico che ha attualmente la nostra federazione che non viene rispettata neanche nei grandi appuntamenti.
Ci stanno facendo perdere anche l’appellativo di “regina degli sport”.
Ma veniamo alla cronaca e, grazie ad internet risostruiamo la classifica dell’asta con il tetto del mondo toccato a 4,91 dalla russa Yelena Isinbayeva che si dimostra ormai matura per i 5 metri.
Dalla lettura del tabellino deve essere stata una gara assurda: a 4,70 è superato alla prima dalla Feofanova e dalla polacca Ragowska, mentre la Isinbayeva sbaglia e decide di passare a 4,75. Questa misura è superata nuovamente alla prima dalla Feofanova e la primatista mondiale fallisce anche qui e decide di tenersi l’ultimo tentativo a 4,80 mentre esce di gara la polacca. Ora si invertono le parti: la Isinbayeva centra l’ultimo tentativo a disposizione e dopo l’errore della Feofanova passa in testa. Ora è la Feofanova che tenta l’impossibile provando prima 4,85 e poi 4,90 ma senza successo. Oro a Yelena Isinbayeva che non paga chiede e pone il nuovo limite mondiale a 4,91.
Solo 19° nelle qualificazioni del lungo un Nicola Trentin che non riesce mai ad imbroccare un salto “vero” nelle competizioni che contano (non conveniva far fare esperienza a Da Castello?).

fonte: Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *