DOMENICA LA 5° MARATONINA DI UDINE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Al via domenica mattina con inizio alle ore 9.30 la quinta edizione della Maratonina “Città di Udine”. La manifestazione friulana è caratterizzata da un tracciato velocissimo che negli ultimi due anni ha consentito di stabilire la migliore prestazione mondiale stagionale, nel 2002 con gli uomini grazie al 59’45” del keniano Patrick Ivuti (è anche la seconda all-time), nel 2003 con le donne grazie al 67’23” della keniana Margaret Okayo. Gli organizzatori – Lions Club Udine Duomo, Associazione Maratonina Udinese e sezione di Udine dell’Associazione Nazionale Alpini, con il contributo economico della Banca Popolare di Vicenza – attendono al via circa 1300 partecipanti, più altri 3000 nelle corse non competitive, vale a dire StraUdine e MiniRun.

Nella gara maschile spiccano i nomi di sei keniani: il vincitore della scorsa edizione James Kwambai (60’38” proprio a Udine, terza prestazione mondiale 2003), Richard Maiyo Kiprono (61’26” quest’anno vincendo la mezza maratona di Eldoret, in Kenia), Benson Barus (campione mondiale juniores dei 10 mila metri nel 1998 e all’esordio sulla mezza maratona), Hosea Rimutai (vincitore quest’anno della maratona di Brescia e all’esordio sulla mezza maratona), Joseph Ngeny Kiprotich (61’35” lo scorso anno a Udine e vincitore quest’anno della mezza maratona di Praga), David Makori Omiti (61’39” nel 2001 a Lisbona e vincitore nel 2002 della maratona di Venezia).

Gli italiani sono ben rappresentati da Ottaviano Andriani (61’40” lo scorso anno, seconda prestazione italiana 2003 a un solo secondo da quella di Stefano Baldini), da Mostafà Errebah (62’19” nel 2000 e nel 2001), da Gabriele De Nard (migliore prestazione italiana 2003 dei 3000 metri), da Marco De Gasperi (campione mondiale di corsa in montagna nel 1996, 1997, 1999, 2001 e 2003) e dall’udinese Stefano Scaini (campione italiano promesse dei 1500 e dei 3000).

Tra le donne il pronostico è per due keniane, la vincitrice dell’edizione del 2002 Anne Jelagat (68’58” proprio a Udine e vincitrice lo scorso anno delle maratone di Praga, Venezia e Milano) e Ellen Cherono (70’32” quest’anno vincendo la mezza maratona di Villalagarina). L’Italia è ben rappresentata da Anna Incerti (72’04” quest’anno alla Roma-Ostia, migliore prestazione italiana 2004, e campionessa italiana di maratona a Firenze nel 2003) e da Silvia Sommaggio (72’14” nel 2001).

Nelle due corse non competitive c’è attesa per la prova della campionessa olimpica e mondiale dello sci di fondo Gabriella Paruzzi, e quelle del saltatore in alto Alessandro Salotti e del decatleta Paolo Casarsa, protagonisti alle recenti Olimpiadi di Atene.

Ufficio Stampa
tel: 0432.501612 – 339.7399346
e@mail : maratoninadiudine@katamail.com

fonte: Ufficio Stampa Maratonina di Udine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *