ANNULLARE LE FALSE PARTENZE?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il Consiglio della I.A.A.F., riunitosi ad Helsinki nei giorni 4 e 5 dicembre c.a., ha stabilito di portare al prossimo congresso di agosto, che si terrà nella capitale finlandese alla vigilia del Campionati Mondiali, la proposta di modificare ancora la regola delle partenze. Attualmente, come noto, è concesso un solo start anticipato che viene assegnato a tutti i partenti e successivamente chi è colto in fallo viene squalificato.

La novità, se accettata, è che non verrà ammessa alcuna falsa partenza, sulla stregua di quanto già viene da molti anni praticato negli Stati Uniti, nelle gare di campionato della N.C.A.A. (National Collegiate Athletic Association).

Prosegue quindi l’accanimento della I.A.A.F. contro questa fase delicatissima della gara di corsa, mentre è ancora latitante, se non lontano da venire, un intervento – da tempo auspicato – per la creazione di un panel dei giudici di partenza, alla stregua di quanto fatto per i giudici di marcia. Attraverso questo organismo si potrebbe arrivare ad uniformare le tecniche di partenza ed eliminare così le macroscopiche differenze che si rilevano nella “pause” (tempo intercorrente fra il comando pronti e lo sparo), adottate dagli starter dei vari Paesi, che tanto disorientano gli atleti, contribuendo in maniera determinante, specie nelle gare di corsa veloce, alla riuscita o meno di una partenza.

fonte: La Gazzetta dello sport / Gustavo Pallicca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *