ULTIME DAGLI USA: TRA INDOOR, STRADA E…

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Settimana movimentata per l’atletica statunitense in vista delle prime competizioni indoor ed alla luce dei risultati nelle gare di cross disputate .
Cominciamo proprio dalla corsa campestre, specialità improvvisamente cara ad un giovane talento del Michigan, tale Dathan Ritzenhein, già balzato agli onori della cronaca nei primi cross nazionali. Il 22enne americano l’ha combinata grossa nel Reebok Cross Country Challenge di Belfast, domenica 9, quando ha messo in riga una cospicua banda di keniani aggiudicandosi la competizione. Un inizio di stagione molto promettente per il giovane mezzofondista proveniente dalla terra dei Grandi Laghi, che lo vedrà impegnato già il 29 gennaio in pista indoor, sui 3000 metri, in occasione del raduno al Reggie Lewis and Athletic Center in quel di Boston.
Sempre per quella data a Boston, ma questa volta nei 60 hs, sarà sfida accesa tra le medagliate olimpiche Johanna Hayes e Melissa Morrison, uno scontro che servirà per verificare se è cambiato qualcosa nei valori delle due atlete in vista di un’appassionante stagione all’aperto nei 100 hs. Non calcherà invece il pistino di 60 m a Boston Maurice Greene, che prevede un’entrata in scena il 15 febbraio nel meeting di Birmingham. Lì troverà un paio di “inglesoni” che rispondono al nome di Mark Lewis-Francis e Jason Gardener, pronti a far andare di traverso il viaggio intercontinentale all’attuale primatista del mondo indoor dei 60 indoor. Ma Greene come al solito si dimostra fin troppo spavaldo ed è pronto a scommettere su un gran tempo a Birmingham che potrebbe essere il preludio per un miglioramento del suo 6”39 durante la stagione al coperto. Un pensiero poi lo rivolge al 2005 outdoor che prevede ricco di successi personali e grandi prestazioni prima del possibile ritiro dopo tanti anni al vertice.
Dalle piste alla strada, sì ma quella vera di Decatur, dove è stato arrestato il due volte campione olimpico dei 400 hs, Angelo Taylor, colto in flagrante da un agente di polizia mentre abusava di una minorenne in un parcheggio. Finora la vicenda gli è costata 2000 $, ma c’è da aspettare l’evoluzione di un iter giudiziario probabilmente burrascoso per il talentuoso ostacolista.
Tornando all’atletica praticata si stanno preparando per la nuova stagione anche i due ori olimpici dell’atletica americana Jeremy Wariner e Dwight Phillips. La preparazione procede bene tra allenamenti ed analisi dietrologiche della loro fantastica stagione passata. Non mancano poi i proclami per la prossima, che li vedrà al banco di prova per confermare l’immagine di campioni talentuosi ed umili costruita con tanta fatica. Staremo a vedere. Sempre di preparazione si tratta, ma in terra di Giamaica, per gli altri due ori olimpici a stelle e strisce, Justin Gatlin e Shawn Crawford. I due fraterni compagni di allenamento si stanno allenando al caldo giamaicano ed oggi 15 gennaio è già un primo test in gara per loro, con la partecipazione al Douglas Forrest Invitational meeting. Le due frecce americane stanno mirando la loro preparazione soprattutto alla stagione all’aperto, non disdegnando qualche apparizione indoor. Assieme a loro anche la bahamense Chandra Sturrup ripresasi dall’infortunio tendineo patito l’anno passato.

fonte: IAAF-ESPN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *