USA, SI VOLA… IN ATTESA DEI GIGANTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Come già anticipato, lo scorso weekend ha regolarmente preso il via l’attività su pista al coperto anche negli States. E’ stata l’occasione per vedere all’opera nella prima uscita stagionale alcuni dei più forti atleti a stelle e strisce.

E’ stato in particolare il salto con l’asta a tenere banco, una disciplina per la quale a Reno hanno addirittura dedicato un intero meeting. Gli specialisti non si sono lasciati sfuggire l’occasione, così al ritrovo di giornata erano presenti nomi del calibro di Stacy Dragila, Toby Stevenson, Jeff Hartwig, Nick Hysong.

In campo femminile la gara non ha avuto storia con la 33enne Dragila vincente già alla misura d’entrata. Un 4,25 al primo salto le ha infatti consentito di vincere una gara che solo per lei è proseguita più su sino al 4,65 finale. Buone impressioni per la ex primatista del mondo di specialità, che ha impostato la gara cercando soprattutto di curare il gesto tecnico, sotto gli occhi attenti del coach Greg Hull. Poco importa delle prestazioni in questa prima fase di stagione.

In campo maschile, assente il campione olimpico Mack in seguito ad un infortunio che lo terrà fuori per diverso tempo, i grandi nomi della vigilia hanno dovuto piegarsi alle ascensioni del “ragazzino” Brad Walker, 23 anni ed una carriera davanti. Walker ha colto la vittoria quando la gara ormai sembrava volgere al termine con un nugolo di atleti alla quota di 5,60. Il superamento è avvenuto al terzo tentativo, garantendo a Brad una giornata felice. Ma Walker non si è accontentato ed ha provato il personale, 5,83, misura che ha regolarmente centrato, trasformando una semplice vittoria in una grande impresa personale.

Dagli uomini volanti ai giganti. John Godina, dopo la magra delle Olimpiadi è tornato in pedana a Nampa, sparando il peso a 20,43. Un buon inizio per lui in vista della grande serata dei Reebok indoor games il prossimo 29 gennaio, dove ci saranno anche Christian Cantwell, Adam Nelson e Reese Hoffa a far vibrare la pedana del peso nel Palazzetto Indoor di Boston. I quattro portano sulle spalle ben 16 medaglie tra Campionati Mondiali ed Olimpiadi, e soprattutto per Cantwell la sfida assumerà un sapore particolare essendo stato escluso ai Trials olimpici proprio dagli altri tre avversari.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *