ANCONA, PRIMA GIORNATA: I RISULTATI DI MEZZOFONDO E MARCIA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nella prima giornata dei Campionati Italiani Indoor di Ancona ha subito brillato la stella di Andrea Longo, che, vincendo i 1500, ha chiarito a tutti le sue intenzioni di portare a casa due titoli italiani in questo weekend. Nella gara femminile, invece, Sara Palmas del Cus Cagliari ha sorpreso tutti andando a conquistare il titolo italiano grazie ad uno splendido finale. Nella marcia, infine, sono arrivate le vittorie del carabiniere Alessandro Gandellini e della torinese Elisa Rigaudo, in forza alle Fiamme Gialle.

Nei 1500 mt maschili non è bastato il gioco di squadra dei carabinieri, che hanno lanciato Omar Rachedi come lepre di Christian Obrist, per riuscire a mettere fuori gara Andrea Longo; il padovano delle Fiamme Oro, infatti, nonostante a metà gara si trovasse staccato di una decina di metri dai due fuggitivi, ha cominciato un’incredibile rimonta che l’ha portato alla volata finale in prima posizione, davanti ai due carabinieri Christian Obrist e Maurizio Bobbato . Il riscontro cronometrico lascia intendere molto sulla sua forma, infatti il 3:41.79 finale, oltre ad essere il suo personale indoor, è anche sufficiente per ammetterlo agli Europei di Madrid. A fine gara Longo ha detto di essere contento delle sensazioni provate nel finale, ma un po’ rammaricato per non aver provato la gara dei 400, la sua preferita.

In campo femminile l’atleta del Cus Cagliari Sara Palmas ha conquistato il titolo italiano di specialità con il tempo di tutto rispetto di 4:17.83; gli ultimi due giri di pista corsi ad un ritmo elevatissimo le sono serviti per prendere un margine minimo sulle altre, ma sufficiente per concludere al primo posto, davanti ad Eleonora Berlanda, dell’ US Quercia Rovereto, e all’atleta dell’esercito Federica Dal Ri.

Nella marcia 5 km maschile Alessandro Gandellini ha portato a casa una netta vittoria con il tempo di 19:03.38, staccando di ben 17 secondi Michele Didoni, dei Carabinieri; al terzo posto ha concluso la vera sorpresa di questa gara, Giorgio Rubino, classe 1986, in forza alle Fiamme Gialle; il suo crono di 19:26.51 diventa nuovo primato italiano della categoria Junior.

La gara femminile, disputata sulla distanza dei 3 km, ha visto la vittoria dell’atleta delle Fiamme Gialle Elisa Rigaudo con il tempo di 12:09.57. Dietro di lei si è aperta una voragine lunga ben 31 secondi, al cui termine è arrivata la marciatrice della Forestale Cristiana Pellino; infine, la medaglia di bronzo è andata a Sibilla Di Vincenzo, della Fondiaria Sai Atletica, con il tempo di 12:49.94.

fonte: Fidal foto: exite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *