KENTERIS E THANOU ASSOLTI, L’ALLENATORE CAPRO ESPIATORIO.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Finale a sorpresa per la la telenovela che dalle olimpiadi di Atene ha avuto come protagonisti gli sprinter greci Kostas Kenteris e Ekaterini Thanou. Ricordiamo che alla vigilia dell’appuntamento a cinque cerchi, i due atleti avevano saltato a più riprese i controlli antidoping con varie scuse, tra cui la più estemporanea un incidente in motocicletta mai del tutto accertato. La vicenda ebbe una soluzione temporanea e “riparatrice” con la loro esclusione dai giochi tra lo stupore del popolo ellenico.
Ora arriva la decisione finale da parte della Federazione greca di atletica in merito all'eventuale condanna nei loro confronti e ovviamente con una sorpresa tipica del miglior “giallo”. La giuria ha infatti assolto Kenteris e la Thanou dichiarandoli innocenti dalle accuse di violazione alle regole antidoping e per loro a pagare è il loro ex allenatore, Christos Tsékos, sospeso per quattro anni con la motivazione di non aver avvisato i suoi atleti dei controlli. “Siamo convinti che Kenteris e la Thanou siano innocenti e che non possano essere accusati dalla IAAF” sono state le prime parole di Costas Panagopoulos, presidente della commissione di disciplina della federazione greca. La Iaaf prima di pronunciarsi aspetta di ricevere la documentazione completa in lingua inglese e solo allora verrà deciso se accettare o respingere la decisione.
Sempre in tema doping ma passando sul fronte americano della “Balco” (il cui fondatore Victor Conte è sospettato di avere fornito steroidi e prodotti dopanti a numerosi sportivi), il processo è stato fissato per il prossimo 6 settembre. Il Giudice Susan Illston ha fissato la data ed ha convocato ufficialmente Conte insieme a un funzionario dell'azienda, James Valente, l'allenatore di atletica Remy Korchemny e Greg Anderson, personal trainer di Barry Bonds, stella del baseball Usa. Ricordiamo che tra gli atleti accusati di avere fatto ricorso ai prodotti della Balco, spicca il nome di Marion Jones, pentamedagliata alle Olimpiadi di Sydney 2000 che ha accusato Conte e dovrebbe essere chiamata a testimoniare nel processo.

fonte: Varie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *