IL PRESIDENTE ARESE PROMETTE A FIRENZE…..LA CINA!!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nessuno dei presenti alla relazione svolta dal presidente della F.I.D.A.L. Francesco Arese nel corso della serata conviviale svoltasi ieri 9 maggio al Centro Tecnico Federale di Coverciano, si aspettava questa anticipazione che ha del clamoroso.
Nel presentare al Panathlon Club Firenze la finale di Coppa Europa in programma nel capoluogo toscano dal 17 al 19 giugno p.v., Arese, a sorpresa, ha dato un annuncio sensazionale. Per l'anno prossimo, nell'ambito di una collaborazione sempre più stretta fra F.I.D.A.L. e F.A.E.- Firenze per l'Atletica Europea, il presidente federale ha promesso la disputa a Firenze, nello stadio “Luigi Ridolfi”, di un “quadrangolare” al quale parteciperanno la nazionale italiana e quella cinese insieme ad altre due forti compagini continentali, ancora da definire. La presenza della Cina guidata dall'ostacolista Liu Xiang, medaglia d'oro olimpica ad Atene e co-primatista del mondo dei 110 metri ostacoli, è data invece per certa!
Incontrare nel 2006 la nazionale cinese proiettata verso i primi Giochi Olimpici della storia organizzati al di là della “grande muraglia”, è un evento di straordinario interesse, che va ben oltre la “curiosità” che caratterizzò nel giugno del 1975 la prima comparsa della nazionale cinese sul suolo italiano (Roma, sola nazionale maschile – Italia batte Cina 146-45), fortemente voluta da Primo Nebiolo.
Tornando alla Coppa Europa, il presidente Arese ha detto che si aspetta molto dalla squadra nazionale, impegnata in una manifestazione nella quale, con un pò di accortezza e preparazione, si può fare bella figura.
Il discorso, sollecitato anche dalle domande dei giornalisti presenti, si è allargato alle problematiche che da “sempre” caratterizzano gli impegni stagionali degli azzurri.
Arese ha detto che il settore tecnico della F.I.D.A.L. ha fatto patti chiari con atleti e tecnici. Per esempio, tanto per cominciare, chi non parteciperà ai campionati italiani assoluti o rinuncerà, senza motivi più che validi, alla maglia azzurra, verrà severamente penalizzato sotto l'aspetto economico derivante dagli accordi con la federazione.
Un Arese ben determinato. Conscio che la sua gestione è attesa al vaglio agonistico, le cui prime schermaglie sono appena iniziate con le uscite di Fiona May e Andrew Howe nell'ultimo week-end.

fonte: Panathlon Club Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *