MARK LEWIS-FRANCIS PERDE LA MEDAGLIA D’ARGENTO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il test è stato effettuato durante i campionati europei di Madrid nei quali Mark Lewis-Francis ha vinto l’argento nei 60 metri alle spalle del connazionale Jason Gardener. Le analisi hanno identificato la presenza di cannabis che è inclusa nella lista delle sostanze proibite del 2004 stabilita dal Wada (World Anti-Doping Agency). L’atleta, 22 anni, ha schivato una sospensione di 2 anni per il fatto che ha ingerito la droga passivamente e non deliberatamente cavandosela così solo con la perdita della medaglia e con un pubblico ammonimento. “La mia sola spiegazione è che posso essere stato in presenza di persone che stavano fumando cannabis. Non ho assunto consapevolmente questa sostanza e non ho avuto nessun beneficio nelle prestazioni”

Dave Collins (UK Athletics performance director) ha affermato: “La rimozione della medaglia è un’azione abbastanza forte per ricordare agli atleti che devono prendere ogni precauzione per essere sicuri di non infrangere delle regole antidoping”

Questa medaglia non è l’unica che gli è stata strappata dal collo: nei campionati del mondo del 2003 a seguito della squalifica di Dwain Chambers per THG tutta la staffetta inglese (insieme a lui anche Marlon Devonish e Darren Campbell) ha dovuto dire addio alla medaglia d’argento.

La classifica dei 60 metri dei campionati europei cambia e vede al secondo posto Ronald Pognon e al terzo l’ukraino Kostyantyn Vasyukov (Simone Collio raggiunge il quinto posto)

fonte: BBC/foto BBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *