ARIA DI CAMBIAMENTO?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nel corso del Cds di Modena abbiamo posto alcune domande ad Alberto Morini, vice presidente della Fidal nazionale, sui presunti cambiamenti che dovrebbero avvenire in federazione. Senza potersi troppo sbilanciare, il vice presidente della Fidal, ci ha rilasciato una serie di commenti, lo stesso importanti, su quanto sta emergendo in questo periodo in seno alla federazione.
Dalle sue parole.
Dopo una riunione, informale, in commissione federale, sono stati raccolti vari elementi che c’erano in giro, chi voleva ha prodotto dei documenti, o in alcuni casi dei verbali, a seguito c’è stata una riunione in commissione regolamenti e c’è ne sarà un’altra la prossima settimana, sì e stilato una serie di cose da portare avanti, e tra tutto questo il primo dato che emerge è che da parte di molti si vuol cambiare, ma quando si va al dunque, questi molti, non vogliono cambiare più niente, sembra che si voglia cambiare solo le cose che servono sul momento. Senz’altro ci saranno dei mutamenti in funzione di quello che serve a tutto il movimento, e chiaramente ci saranno alcuni contenti ed altri meno. In ogni caso ci sono e quest’anno n’abbiamo la dimostrazione, delle cose drammaticamente senza senso, mi permetto di dire che molte società non sono nelle condizioni di fare il campionato di società come lo abbiamo impostato fino ad esso, anche qui in Emilia Romagna abbiamo la metà della gente dello scorso anno.
Purtroppo abbiamo delle società che non riescono a coprire tutte le gare, alcune società devono comprare gli atleti per coprire le gare, altre devono crearli, quindi di conseguenza noi dobbiamo gratificare chi crea atleti, la seconda cosa (delle cose senza senso) è il calendario, con periodi morti e altri pieni, abbiamo dei mesi come Aprile e Ottobre che sono morti è questo non va bene, bisogna ridistribuire i carichi dell’attività, per evitare dei mesi carichi al massimo (vedi Luglio e Giugno, o Coppa Europa e campionati italiani allievi lo stesso giorno NDR) e purtroppo non posso entrare di più nel dettaglio e per il momento è meglio fermarsi qui.

fonte: Alberto Morini vice presidente Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *