CAMPIONATI ITALIANI JUNIOR E PROMESSE, GROSSETO 2005: MEZZOFONDO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si sono appena conclusi a Grosseto i Campionati Italiani Junior e Promesse; le sorprese non sono mancate, ma molte sono state anche le conferme della vigilia. Andiamo a vedere insieme quali sono stati i vincitori dei titoli italiani in palio per il 2005 per quanto riguarda le gare di mezzofondo.

JUNIOR

Nei 5000 m Junior il favorito dell’Atletica Valle Brembana Simone Gariboldi , già vincitore al Campaccio, nonostante questo fosse il suo primo anno di categoria, ha conquistato il titolo italiano di specialità, vincendo in volata sul coetaneo mezzofondista del CUS Molise Andrea Lalli con il tempo di 14:32. Al terzo posto un ottimo Alessandro Marangi dell’Atletica Amatori Cisternino, che ha chiuso in 14:49.
Nella stessa gara al femminile Adelina De Soccio, del Gruppo Sportivo Virtus, è riuscita, con il tempo di 16:33, a concludere la gara per prima, davanti a Valentina Ghiazza, dell’Atletica Alessandria, che non è andata oltre i 17:47.
Per quanto riguarda i 3000st junior il vecchio detentore del titolo Devis Licciardi, dell’Atletica Arcistate, si è imposto anche quest’ anno sugli avversari, vincendo in volata con il tempo di 9:23 sul palermitano Vincenzo Cucco ed il trentino Paolo Ciappa.
Tra le donne, nei 2000 st, l’atleta della Camelot Giulia Basoli ha conquistato il titolo italiano con il tempo di 6:57.25, un secondo davanti alla molisana Catia Libertone.
Negli 800m Junior uomini Paolo Zanchi, dell’Atletica Saletti, dopo aver fatto segnare il miglior tempo di qualificazione in batteria, è riuscito a vincere anche in finale con il tempo di 1:52.33 su Thomas Neri, dell’ AS La Fratellanza 1874, e su Antonio Princigallo.
Tra le donne l’atleta del CUS Bolgna Valentina Costanza ha preceduto all’arrivo di ben due secondi Giada Mele, dell’Atletica Vis Abano, facendo segnare un buon 2:10.59.
Gara combattuta ed entusiasmante anche nei 1500m Junior uomini, dove l’atleta dell’Esercito Lukas Rifeser, che vantava il miglior accredito di ben 3:50, ha vinto il titolo italiano di specialità grazie ad un ottimo finale di gara, chiudendo in 4:01.91, due secondi davanti ad Alessandro Marangi, dell’Atletica Amatori Cisternino, ed il torinese Luca Leone. Solo un quarto posto per Licciardi, sicuramente troppo affaticato per la gara del giorno prima.
Per concludere, nella stessa gara al femminile la molisana Adelina De Soccio è riuscita a bissare il successo dei 5000m, andando a vincere la gara con il tempo di 4:27.58, davanti alla vincitrice degli 800m Valentina Costanza.

PROMESSE

I 5000m Promesse sono stati illuminati da due entusiasmanti duelli; nella gara maschile il pisano Daniele Meucci si è imposto sul grossetano Stefano La Rosa, ex campione italiano Junior sulla distanza, con il tempo di 14:28.49, mentre in quella femminile la lotta in famiglia ha riguardato le gemelle Silvia e Barbara La Barbera: le due palermitane, dopo una gara molto tattica, hanno percorso l’ultimo chilometro in poco più di tre minuti, ma alla fine Silvia è riuscita a vincere in 16:27.
Nei 1500m Promesse uomini l’atleta dei Carabinieri Omar Rachedi ha conquistato il titolo italiano con 3:52.74, precedendo all’arrivo in volata Salarni e Iannone. Tra de donne Loredana Di Grazia, della Fiamma Triggiano, ha battuto allo sprint Bongiovanni, concludendo con il modesto tempo di 4:29.32
Gli 800m Promesse hanno visto in campo maschile la vittoria di Andrea Mizzon, dell’Atletica Vicentina, con il tempo di 1:52.49 sull’imolese Pietro Rossi, mentre in quello femminile il successo della neocampionessa italiana dei 1500mt Loredana Di Grazia, davanti alla lodigiana Sara Rigamonti, con 2:07.91
Infine i 3000st hanno regalato il titolo italiano ad Emanuele Corsini, della Monzese Forti e Liberi, con il tempo di 9:05, in volata sull’atleta de La Fratellanza 1874 Luca Del Curto e alla siepista della Ginnastica Comense 1872 Cecilia Sampietro che si è imposta in 10:35 su Giorgia Robaudo del CUS Genova.

fonte: Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *